SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Due persone, cinque episodi. Ogni episodio distinto tramite una canzone italiana. Il film parte dal presente e ricostruisce, a ritroso, la vita di una coppia: l’amore inizia dalla fine, davanti ad un giudice che sancisce il divorzio, atto conclusivo della storia d’amore.
La vita dei due innamorati viene ricostruita, tra il momento del divorzio e il primo incontro, da altri tre momenti cruciali: una cena con gli amici, la nascita del figlio e il matrimonio.
5×2 è un film provocatorio, perché parla d’amore in maniera inusuale: il regista François Ozon, che dichiara di essersi ispirato al film Tv di Jane Campion “Two friends? (due amiche raccontano il loro rapporto dalla fine all’inizio), mostra inizialmente un grande attrito tra i protagonisti, mentre, andando avanti nel film, si vede sbocciare l’amore che un tempo regnava tra i due protagonisti.
Ozon non cerca spiegazioni: dove l’amore c’era, ora non c’è più. A causa dell’assenza del marito al momento del parto, o al tradimento di lei con uno sconosciuto americano? Non è dato sapersi.
Il film, presentato all’ultimo festival di Venezia, ha confermato il talento del regista francese in una pellicola che fa della leggerezza e della “femminilità? il suo carattere centrale. La rassegna veneziana tributò anche ottimi riconoscimenti della critica e del pubblico per l’attrice italiana Valeria Bruni Tedeschi.
Il film sarà visibile questa sera nell’ambito della programmazione del Cineforum “Buster Keaton?. Costo del biglietto euro 4,50 per i possessori di tessera del Cineforum, inizio ore 21:30 al Cinema Calabresi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 591 volte, 1 oggi)