GROTTAMMARE: Di Clemente, Cocciardo, De Reggi, Del moro, Moro, Gasparoni, Coccia, Marcucci, Pazzi, Bollettini(40’ Oddi), Potacqui(42’ Marcantoni).
Cronaca
Subito dopo il fischio d’inizio Di Clemente non si lascia sorprendere dal tiro di Monticelli. Tutto il primo tempo il Grottammare lo gioca controvento, ma nel secondo i biancocelesti vengono aiutati dal vento a favore e riescono a prendere la situazione in mano. Potacqui parte dalla sinistra, si invola verso la porta e viene steso in area, ma l’arbitro non concede il rigore.
Nel secondo tempo i ragazzi di Izzotti rimangono sempre concentrati; Coccia, Cocciardo e Gasparoni si inseriscono spesso sulla destra, dove gli avversari soffrono molto, e si creano varie occasioni per Marcucci, Pazzi, Bollettini e Cocciardo. Al 70’ infatti Bollettini salta due persone e batte a colpo sicuro da distanza ravvicinata, ma il portiere è bravo a deviare con i piedi. Si creano così i presupposti per il goal. Il vantaggio biancoceleste arriva infatti al 77’, grazie ad un’azione che parte dalla destra con Marcucci che ruba palla a centrocampo, apre sulla destra per Coccia il quale non perde tempo e crossa subito sul secondo palo, dove Pazzi salta altissimo e colpisce la palla con forza, mettendo la palla in rete senza che il portiere avversario possa farci niente. Subito dopo il goal la Monturanese inserisce un altro attaccante e cerca il gioco lungo, ma il Grottammare si mostra ben preparato a intercettare i lanci, difendendo il vantaggio senza concedere nulla. Nonostante l’ottimo gioco difensivo il pericolo arriva comunque nell’area biancoceleste, con una grossa mischia dove Di Clemente è molto bravo a rubare letteralmente la palla dai piedi degli avversari. Verso il recupero Pazzi parte in contropiede, battendo a colpo sicuro solo davanti al portiere ma data la stanchezza non si coordina bene e la palla finisce alta sopra la traversa.

Il commento del DS Pino Aniello
Oggi mancavano i titolari Traini e Marcantoni. Hanno giocato dall’inizio al loro posto Potacqui e Gasparoni. Questa scelta è stata fatta per una logica di turn over, dato che questi ragazzi hanno speso tanto nelle partite precedenti. Venivamo da un paio di partite giocate non bene, ma stavolta abbiamo dato il massimo e la risposta è stata positiva. Certo, se oggi fosse andata male saremmo entrati in una piccola crisi, ma -per come si è svolta la partita- anche in caso di pareggio avremmo meritato la vittoria “ai punti”. La nostra è una squadra che deve uscire quanto prima dalla zona play out, anche se per ora abbiamo una buona posizione in classifica –siamo terzi adesso-. Quando potremo aspirare a qualcosa di più ci proveremo. Ma dobbiamo prima di tutto evitare i play out. Il campionato è particolare: per adesso dobbiamo stare con i piedi per terra e fare più punti possibile.
A cura di Paolo Damiani

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 165 volte, 1 oggi)