SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una Samb cinica conquista l’intera posta in palio contro un ostico Cittadella. Non è stata una gara semplice e il tecnico Davide Ballardini, seppur contento per il risultato, lo ribadisce: “Sono soddisfatto per la vittoria consapevole delle grandi difficoltà che abbiamo incontrato. È stata una gara difficile sia per le condizioni del campo non certo favorevoli sia per opera di un avversario forte?.
“I tre punti conquistati – continua il tecnico rossoblù – sono pesanti al fine della classifica. Il Cittadella si è ben disposto in campo, non ci lasciava spazi perché si chiudevano in difesa giocando poi di contropiede. La nostra è stata una gara di sacrificio e di sofferenza premiata con il successo. Noi siamo stati bravi ad essere corti e a non lasciarci sorprendere. Simili partite è più facile perderle che vincerle?.
C’è anche una battuta per chi, dalla tribuna, lo aveva criticato. “Penso di essere una persona equilibrata, ho a disposizione ragazzi di 18, 19 e 20 anni. Se la tribuna li aiuta così, pazienza?.
Con il successo odierno la Samb ha inanellato due risultati utili consecutivi. “C’è sempre una prima volta?, ha concluso mister Ballardini.
Sconsolato l’allenatore del Cittadella Maran. “Sono rammaricato. La squadra è moralmente a terra poiché inciampa nella terza sconfitta consecutiva. Sono venuto a San Benedetto convito almeno di strappare un punto. Ce la potevamo fare ma poi la gara si è risolta con un rigore. Mi chiede se c’era? La spinta su Stancanelli c’è stata anche se il mio giocatore stava seguendo l’azione: il suo gesto non è stato volontario. Al di là dell’episodio la Samb mi è sembrata una delle migliori squadre del campionato, ci ha fatto correre moltissimo?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 343 volte, 1 oggi)