SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sabbia color ‘carbone’ a S.Benedetto: qualcuno, passeggiando lungo la spiaggia, avrà notato l’insolito colore nerastro dell’arenile negli ultimi giorni. Il ‘fenomeno’ ha suscitato subito la preoccupazione di operatori balneari e cittadini. L’Amministrazione oggi si è affrettare a negare ogni pericolo: la sabbia che viene depositata nelle “trincee” collocate sull’arenile e proveniente dal dragaggio del fondale dell’imboccatura del porto è esente da fenomeni di inquinamento. Lo hanno accertato le analisi fatte eseguite dal genio Civile Opere Marittime di Ancona, ente che ha appaltato l’opera e che gestisce l’operazione.
Il colore scuro che presenta la sabbia al momento dell’uscita dalla conduttura è causato dalla prolungata mancanza di aria e di esposizione ai raggi solari (si tratta di sabbia portata via da un fondale marino di 2,5/3 metri circa) e dalla combinazione con del limo, componente tipica della sabbia del nostro litorale.
Con il passare dei giorni, assicura l’Amministrazione, la sabbia riprenderà il suo aspetto naturale e potrà essere tranquillamente sparsa a cura della ditta che ha in appalto l’operazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 643 volte, 1 oggi)