GROTTAMMARE – L’unione fa la forza e da Grottammare e Ripatransone giunge una buona notizia: i due comuni hanno firmato una convenzione con l’architetto sambenedettese Piernicola Cocchiaro, tecnico che redigerà il Piano Comunale delle antenne per gli impianti di telefonia mobile. Questo avverrà nei prossimi mesi, con uno strumento particolareggiato capace di fornire criteri per il corretto insediamento urbanistico e territoriale degli impianti. Lo scopo del Piano sarà, da una parte, ridurre al minimo il rischio ambientale e sanitario per i cittadini; dall’altro, si cercherà di minimizzare l’impatto estetico delle antenne, garantendo la copertura del servizio nel territorio.
Abbiamo parlato di buona notizia perché da sempre noi di “Sambenedetto Oggi? ci siamo battuti per un territorio, quale quello della Riviera delle Palme, da unire nei servizi e nella progettazione: troppo densamente abitato e interconnesso per permettersi politiche “a coriandolo?. Da tempo Grottammare e Ripatransone hanno avviato collaborazioni in diversi campi (dalla cultura ai servizi sociali), e questo ulteriore tassello conferma la bontà di tale sinergia: in questo modo si riducono i costi di gestione e si garantisce uniformità nell’intero territorio.
L’architetto Piernicola Cocchiaro ha affermato che il suo interesse per la telefonia mobile è nato da “un’esigenza nata negli ultimi anni per via dell’eccessiva esplosione di utenze. È un settore nato selvaggiamente all’interno del quale, ora, è diventato indispensabile mettere ordine, sia in relazione ad esigenze di impatto ambientale che di sicurezza per i cittadini. Per quanto riguarda il mio impegno con i comuni di Grottammare e Ripatransone, mi preoccuperò di fare l’analisi della situazione dello stato di fatto e di identificare le zone idonee alla localizzazione, tenendo conto dei siti sensibili come scuole, ospedali, e, comunque, tutti quei luoghi che prevedono lo stazionamento del pubblico per più di 4 ore?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 551 volte, 1 oggi)