SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il blocco forzato della quarta e quinta giornata di ritorno del campionato a causa dell’eccezionale ondata di maltempo che ha investito le Marche, ha indotto la Lega Calcio Dilettanti a prendere una insolita decisone. La sesta giornata non verrà disputata sabato ma in quel giorno verrà recuperata la quarta e successivamente la quinta stravolgendo così le date del calendario.
Per cui il Porto d’Ascoli non farà visita alla Castoranese ma all’Amandola. I biancocelesti frastornati da questi cambiamenti hanno continuato ad allenarsi disputando nei week-end due amichevoli rispettivamente con Maceratese (capolista nel girone dell’Eccellenza) e Valtesino (milita in seconda categoria). Entrambi i test sono serviti sì a recuperare pedine importanti di infortunati e influenzati ma non sono stati altrettanto veritieri sotto il profilo dell’impegno e della concentrazione come può esserlo una sfida di campionato.
Il tecnico Grilli ha fatto giocare chi ha avuto meno spazio in campionato e chi ha dovuto recuperare la forma perché reduce da acciacchi più o meno seri. Inoltre sono stati sperimentati nuovi schemi e diverse soluzioni tra la difesa e il centrocampo magari da adottare in campionato nel corso degli incontri.
Si sta iniziando a svuotare l’infermeria del Porto d’Ascoli. Ormai recuperato l’attaccante Traini, gli influenzati Palanca e Marconi. Rocchi sembra non essere ancora la meglio causa il dolore alla caviglia. Il bomber Del Toro, dopo mesi di assenza per pubalgia, è tornato nel gruppo nonostante non abbia i novanta minuti nelle gambe. Straccia, operatosi venerdì scorso al setto nasale (intervento riuscito) resterà a riposo almeno questa settimana, poi si vedrà se giocare con la protezione al naso. Prosegue a gonfie vele la riabilitazione ai crociati del ginocchio di Marconi Sciarroni. Per lui 15-20 minuti di corsa su rettilinei.
La squadra del tecnico Grilli si presenterà al cospetto dell’Amandola assetata di punti. Con una classifica così corta la vittoria è l’unica soluzione per rimanere aggrappato al treno dei play off, mai così affollato. Sperando che la neve, ancora massicciamente presente, non impedisca un ennesimo rinvio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 324 volte, 1 oggi)