SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Totò Criniti smentisce categoricamente un suo possibile interessamento ad entrare in quota Samb, rilevando la quota del presidente Mastellarini assieme al fratello (un imprenditore) e ad una non meglio precisata società immobiliare sambenedettese.
“Certo che smentisco – dichiarà l’ex rossoblù, che in questo momento si trova proprio a San Benedetto – E non capisco come certe cose possano saltar fuori. Non so chi possa alimentare queste voci. Io sono un giocatore in attività e figurati se mi posso interessare ad acquistare una società! La Samb poi, che conosco benissimo! Riguardo mio fratello, è vero che è un imprenditore, ma ha ben altro da fare che buttare i soldi nel calcio!?
Criniti si spiega ancora meglio: “Da giocatore ho un buon ricordo della Samb, ma adesso ho un contratto che mi lega per altri due anni al Varese (quest’anno retrocesso a tavolino in Eccellenza, ndr). Come mi verrebbe in mente di acquistare un’altra società? Anzi, scherzando potrei dire: magari fosse la Samb a rivolermi, non come dirigente ma come calciatore! Verrei anche gratis! Inoltre, pur volendo bene alla Samb, io non potrei compromettere tutto quanto fatto in una vita per acquistare una società in una piazza che tra l’altro vuole vincere! Non sarebbe razionale. Infine, devo dire che questa nuova società sta facendo veramente bene.?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 729 volte, 1 oggi)