SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Pronti via e la riqualificazione di via XX Settembre scatena subito le prime polemiche. Il progetto di sistemazione della centrale via di S.Benedetto è ancora in fase di elaborazione eppure nell’opposizione c’è già chi inizia a mugugnare. I lavori comporteranno, stando a quanto annunciato dall’assessore Vignoli, un impegno di spesa intorno ai 600 mila euro. In cosa consisterà l’intervento? L’Amministrazione apporterà ritocchi sostanziali all’arredo urbano della via, con particolare attenzione all’aspetto estetico. Nel progetto di riqualificazione sarebbe addirittura contemplata la realizzazione di alcune statue ai lati della via.
È il capogruppo di Rifondazione Comunista, Settimio Capriotti, a dar voce voce al dissenso della minoranza: “L’Amministrazione fa bene ad adoperarsi per sistemare via XX Settembre, tuttavia mi piacerebbe che ponesse la stessa cura e impiegasse altrettante risorse per la sistemazione di alcune strade cittadine che attualmente versano in uno stato pietoso”.
Capriotti si rivolge, in particolare, all’assessore ai lavori pubblici, Poli: “L’assessore è a conoscenza del fatto che, in seguito al maltempo delle ultime settimane, alcune vie sono diventate degli autentici percorsi di motocross?”. Il consigliere di Rc incalza: “Da quel che si sa via XX Settembre avrà un’illuminazione sfavillante, questo a fronte di diverse strade periferiche che oggi sono totalmente al buio. Mi rendo conto che il centro di S.Benedetto per l’Amministrazione è la cartina di tornasole agli occhi di residenti e turisti ma non possono essere abbandonati al proprio destino interi quartieri della città”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 766 volte, 1 oggi)