Cittadella-Avellino 0-1: Scoforto nelle dichiarazioni di Maran, alla guida dei padovani: “Un boccone amaro da digerire. Abbiamo giocato sino alla fine, ma anche oggi è mancata la rete. Ad ogni modo complimenti ai ragazzi, che hanno costretto in difficoltà più volte l’Avellino.? Guarda avanti Cuccureddu, al timone dei campani: “Ho visto un bel Cittadella. Alla fine non speravo più nei tre punti. E il pari sarebbe stato un risultato più giusto. Ora dobbiamo pensare al derby con il Napoli.?

Fermana-Martina 1-1: Per i canarini si concede il giocatore Micallo: “Abbiamo raddrizzato una gara che sembrava persa, conquistando un punto d’oro, che ci consente di accorciare ulteriormente la distanza che ci separa dalla matematica quota salvezza. Un bel pareggio, meritato, in vista di quella che sarà un’altra battaglia: la partita di Ferrara tra sette giorni. Lì troveremo una squadra arrabbiata per aver perso immeritatamente a Lanciano. Ma noi siamo vivi. E lo dimostreremo…? Un pizzico di delusione nel commento di Trillini, trainer dei pugliesi: “Il pareggio può anche starci, considerando che giocavamo in casa della formazione rivelazione del torneo, che ha messo in difficoltà squadre ben più blasonate della nostra. Però nello spogliatoio qualcuno dei miei si sta lamentando: se avessimo saputo concretizzare almeno uno dei tanti contropiede, forse ora parleremmo di una nostra vittoria.?

Foggia-Padova 0-0: Laconico Madocci, allenatore in seconda dei dauni: “In undici contro undici il Foggia si è fatto preferire al Padova, poi, l’espulsione di Cimarelli allo scadere del primo tempo, ci ha complicato le cose. Peccato per il gol annullato a Filippi dalla panchina è apparso valido. Un punto comunque utile per la classifica.? Si accontenta Ulivieri, mister dei veneti: “Un pareggio su un campo difficile come quello di Foggia è un buon risultato. Abbiamo avuto diverse occasioni per sbloccare il risultato, ma non ci siamo riusciti.?

Giulianova-Chieti 0-0: Per i giuliesi si presenta in sala stampa il preparatore dei portieri Grilli: “Il pari è giusto. Noi dobbiamo ancora migliorare in certi aspetti. Su questo campo non era facile giocare e siamo stati costretti ad affidarci ai lanci lunghi. Era un`occasione da sfruttare meglio; ma il campionato non è finito e io sono fiducioso.? Delli Pizzi, secondo alla guida dei teatini: “Una gara due facce. Nel primo tempo meglio noi; nella ripresa, invece, è stato espulso Lacrimini e noi siamo stati costretti a difenderci. È un campionato duro ed equilibrato. Ci sarà da lottare fino alla fine.?

Lanciano-Spal 1-0 (giocata venerdì): Loda i suoi giocatori Pellegrino, sulla panchina dei frentani: “Dedico questa vittoria a tutti quelli che non hanno avuto la possibilità di seguirci domenica scorsa a Napoli. E, naturalmente, anche ai miei ragazzi, che non si sono risparmiati. Sapevano sin dall’inizio che non sarebbe stata una gara facile e la temperatura glaciale ha aumentato le difficoltà. Ma nonostante ciò siamo riusciti anche a proporre delle discrete trame di gioco. Dopo la sconfitta subita al San Paolo avevamo bisogno di un risultato come questo e la capacità di imporsi su una squadra determinata come la Spal dimostra il carattere del gruppo.? Telegrafico Allegri, mister degli estensi: “Alla fine ha ragione chi segna. Il Lanciano ci è riuscito, invece noi, pur creando molto, non abbiamo concretizzato.?

Napoli-Reggiana
Posticipo lunedì 7 febbraio ore 20.30.

Sora-Rimini 0-1: Recrimina Capuano, allenatore dei ciociari: “I nuovi acquisti non hanno potuto scendere in campo e alla fine abbiamo perso anche Magliocco, perché influenzato. Avevamo una miriade di assenze e siamo stati costretti a schierare quattro giocatori fuori ruolo. La squadra ha fatto gara, ha lottato e alla fine per l’impegno avrebbe meritato il pari.? Savoir-fair nelle parole di Acori, coach dei romagnoli: “Una vittoria molto importante. L’unico neo è che nella ripresa non abbiamo finalizzato le occasioni create. Noi dobbiamo essere sempre concentrati, perché le partite facili non esistono. Il Sora ha dato tutto sino alla fine. E allo scadere avrebbe potuto anche pareggiare. Dobbiamo imparare a chiudere le gare quando ne abbiamo l’opportunità.?

Fonte: datasport

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 341 volte, 1 oggi)