SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una performance del gruppo Seblie ha ufficialmente aperto “TraMe”, la mostra di Lucio Alfonzi che verrà ospitata fino al 16 febbraio alla Palazzina Azzurra di S. Benedetto del Tronto.
Il percorso di Alfonzi lo ha spinto a prediligere un’arte gestuale e primitiva, che si stacca dall’arte figurativa a favore di concetti che scaturiscono dalla mente dell’artista stesso. Il concetto su cui lavora l’artista ascolano è infatti quello che su qualsiasi materiale e di qualunque forma, si può potenzialmente esprimere arte.
Il titolo della mostra è stato suggerito dai materiali e dalla composizione stessa della maggior parte delle opere, realizzate da intrecci di spaghi intelaiati su legno, in cui le trasparenze che si vanno a formare sono sintomi di introspezione dell’artista. Il quadro per Alfonzi rappresenta solo un oggetto, idea questa sottolineata dal non-uso del colore.
Gli orari di apertura sono i seguenti; mattino 10–13, pomeriggio 16–19. Chiuso il lunedì.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 202 volte, 1 oggi)