*Forse questa è la condizione necessaria affinché essi siano ascoltati, abbiano piena cittadinanza e diritto ad una migliore qualità della vita.
In particolare ci riferiamo al fatto che molti cittadini di San Benedetto del Tronto, riuniti in un comitato, hanno sentito la necessità di dare voce ad un’esigenza diffusa nella città: quella di realizzare interventi ed iniziative intese a migliorare la qualità della vita dei nostri bambini, favorendone la socializzazione e la crescita con la convinzione che l’attenzione all’infanzia possa innescare effetti positivi non solo nelle famiglie ma anche nella comunità.
Fra l’altro il Comitato ha già prodotto e presentato alla città e all’amministrazione un’ipotesi di riqualificazione di alcuni spazi della vecchia pineta, oggi fortemente degradata. Il progetto contiene idee molto interessanti su cui è importante che la comunità si confronti.
Per questo più volte il Comitato ha chiesto al Sindaco e all’amministrazione un incontro per poter illustrare quest’iniziativa, ma a tutt’oggi non è stato trovato il tempo o meglio la volontà, anzi sembra che a loro, la cosa non interessi nulla: e dire che l’amministrazione sta discutendo il futuro Piano Regolatore della città.
Quale occasione migliore di questa per cercare veramente di ridare alla nostra città quei servizi ed opportunità che in tempi passati la stessa comunità offriva?
Crediamo che le finalità del Comitato non siano né utilitaristiche né partitiche ma vadano a favore di tutti nella consapevolezza che una comunità cresce, quando si spende e s’investe nel proprio futuro.
*Il Presidente Comitato Città dei bambini di S.Benedetto del Tronto
Antonino Armata

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 383 volte, 1 oggi)