SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sono arrivati a San Benedetto con due obiettivi diversi: il peruviano di Asuncion Alejandro Da Silva vuole dimenticare l’attuale campionato con il Foggia, dove ha segnato soltanto una rete in diciotto gare (lo scorso anno invece, sempre con i satanelli, dieci gol in venticinque presenze); il marchigiano di Polverigi Mattia Santoni, classe 1984, deve invece farsi le ossa in un campionato impegnativo come la C1, dopo che con il Morro d’Oro lo scorso anno ha conquistato la promozione in C2 (ventinove presenze e un gol).
“Ho grandi aspettative per questa mia esperienza a San Benedetto – ha dichiarato Da Silva – Quest’anno qualcosa a Foggia non è andato per il meglio e voglio riprendere il discorso dell’ultimo campionato. Non prometto nulla, dico ai tifosi che sono motivato per fare il massimo e impegnarmi con umiltà.?
Per acquisire Da Silva la Samb ha vinto la concorrenza di Giulianova, Benevento e Frosinone. Determinante è stata la scelta dell’attaccante di preferire San Benedetto, “una piazza che conosco e di cui mi hanno parlato molto bene. Mi hanno detto che il nostro obiettivo è quello di raggiungere una salvezza tranquilla.? Da Silva gioca come attaccante: in Italia è stato impiegato come seconda punta, anche se in passato ha giocato anche come centravanti. “Sono comunque a disposizione del mister per qualsiasi soluzione.?
Mattia Santoni si è presentato dicendosi fiero di essere giunto a San Benedetto, “una delle piazze più importanti della C1?. Il suo ruolo è quello del centrocampista offensivo o dell’esterno d’attacco. È cresciuto calcisticamente nelle giovanili dell’Ancona.
INFORTUNATI. Non si allunga la lista degli indisponibili nelle fila della Samb, ma, contemporaneamente, tutti coloro che non hanno giocato domenica scorsa difficilmente potranno essere presenti a Pesaro. Cominciamo: Bogliacino ha ripreso ad allenarsi ma fa ancora fatica a calciare, Zanetti è fermo a causa della distorsione alla caviglia, Tedoldi e De Rosa si sono allenati ma non sono al meglio, Martini è ancora ai box, Cigarini non si è allenato e si teme che il dolore all’adduttore possa sfociare in pubalgia (pericolo scongiutato successivamente, ndr), Alberti soffre per una forte contrattura al quadricipite. Soltanto Canini, uscito per un malore alla fine del primo tempo di Samb-Fermana, è disponibile.
TRASFERTA. Novità per la trasferta di Pesaro. Infatti, se la società vissina ha inviato 800 biglietti a San Benedetto, altri 200 saranno acquistabili dai tifosi rossoblù direttamente ai botteghini dello stadio Benelli.
IN RICORDO DI TIFOSI STORICI. È scomparso il 31 gennaio, all’età di 72 anni, Settimio Carnicelli, appassionatissimo tifoso della Samb di Acquasanta. Lo ricordiamo in questi ultimi anni come una persona sempre sorridente e sempre attaccatissima alle sorti della squadra rossoblù. Un grande tifoso che ad esempio qualche anno fa si recò in Austria, dove la Samb era in ritiro pre-campionato, e che anni addietro si premuniva di aiutare la Samb quando venivano organizzati ritiri nella zona di Acquasanta. Assieme a Settimio vogliamo ricordare anche un altro grande tifoso di Acquasanta, Fausto Mancini, scomparso lo scorso 12 gennaio. Fausto era titolare del “Bar dello Sport? di Acquasanta e in passato non saltava neanche una partita della Samb, sia in casa che in trasferta. Memorabili i suoi racconti di “resistenza rossoblù? in un feudo del tifo ascolano come Acquasanta. Tifosi che un tempo vennero allo stadio Ballarin a piedi da Acquasanta…
Alle famiglie Carnicelli e Mancini il più sentito cordoglio da parte di tutta la redazione di www.sambenedettoggi.it.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 542 volte, 1 oggi)