ACQUAVIVA PICENA – Rivelazione della passata stagione. L’Acquaviva aveva osato così tanto fino a giungere a ridosso della zona promozione diventando un ostacolo per quelle formazioni che ambivano a tale obbiettivo. E vista la buona e sorprendente prova della squadra, il presidente De Angelis insieme ai suoi collaboratori hanno riconfermato prima il tecnico Travaglini poi gran parte dell’intelaiatura della rosa.
Tanto entusiasmo, nessun tipo di presunzione e voglia di riconfermarsi sono stati i presupposti per questo campionato. Una società che ha deciso di puntare molto sui giovani, valorizzandoli anche grazie all’aiuto dei veterani.
L’Acquaviva è partita bene, rimanendo imbattuta per otto giornate. È riuscita a strappare, fino a quel momento, punti preziosi alle squadre blasonate come Atletico Piceno, Sangiorgese e Acquasanta. E si è confermata squadra di ferro subendo soltanto quattro reti. Due mesi in cui gli arancio-celesti hanno potuto assaporare le difficoltà del campionato traendone vantaggio per il loro cammino.
Ma la sconfitta esterna con l’Azzurra Colli (0-1) è suonata come campanello d’allarme. Si sono susseguiti altri tre insuccessi rispettivamente con Castoranese (1-2), Cuprense (3-2) e Offida (2-1), due vittorie casalinghe con Grottese (2-1) e Petritoli (1-0). A fine anno la formazione del tecnico Travaglini era in una posizione centrale tale da poter scegliere se salire o scendere.
L’anno nuovo avrebbe portato consiglio. Invece si è dimostrato più ostile del previsto. L’Acquaviva ha registrato una sola vittoria in casa con il Monticelli (4-1) e tre sconfitte con Porto d’Ascoli (recupero della quindicesima giornata, 2-0) Sangiorgese (1-0) e Comunanza (3-0).
Il rischio sono i play out. Con un solo punto di distacco dalla zona rossa, non è più concesso sbagliare. Da qui fino al termine della stagione, ogni gara va considerata come una finale per allontanare lo spettro retrocessione e avvicinarsi il più possibile alla salvezza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 906 volte, 1 oggi)