Eredità Ottaviani. Si fa sempre più intrigante il caso dell’eredità Opera Pia Costante Maria. Il capogruppo di Forza Italia, Augusto Evangelisti sembra deciso ad andare fino in fondo e magari far sì che il Comune di San Benedetto del Tronto si accaparri realmente la cospicua eredità. Sarebbe una beffa per la ‘sorella’ Grottammare per cui crediamo che non si verificherà. Non tanto perchè le città sono vicine di casa e si vogliono bene ma perchè oramai non sono più DUE città ma UNA, per cui alimentare una possibile tensione tra le due amministrazioni ritarderebbe quel progetto di Città grande che andrà inesorabilmente a buon fine nel prossimo decennio. Ci rimetterebbero entrambe. L’importante è che non finisca fuori la Rivera delle Palme. L’intrigo sembra talmente imprevedibile che tutto però è ancora possibile. Addirittura un discendente nonché omonimo e presunto erede, Giuseppe Ottaviani, mi ha detto che è giusto che Grottammare perda tutto a favore di San Benedetto. Secondo lui la volontà del suo antenato non stata completamente rispettata dai vari amministratori della città di Sisto V ed è giusto che… paghino.
Prg sambenedettese. Intanto il nuovo Piano Regolatore (forse un po’ di merito è anche delle nostre sollecitazioni) sta prendendo una brutta piega per chi pensava di farlo approvare in sordina, senza una preventiva visione generale. Le associazioni si stanno muovendo in questo senso e, prima o poi, Martinelli, o chi per lui, dovrà rivedere le proprie strategie. Si sa i conti senza l’oste… Noi ce lo auguriamo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 94 volte, 1 oggi)