SAN BENEDETTO DEL TRONTO ‚Äď Altro che buona condotta! Nonostante fosse gi√† stato contannato per molteplici reati commessi nel corso della rapina condotta ai danni del negozio ‚ÄúVitabay‚Ä? di San Benedetto nel dicembre 2003, Piero Forcella, che di recente era stato obbligato agli arresti domiciliari, a Silvi Marina, ha dimostrato di non aver assolutamente imparato ‚Äúcome stare al mondo‚Ä?.
Infatti, nonostante questa misura restrittiva, Forcella non aveva perso le proprie abitudini: il personale della Polizia di Stato, avvalendosi della collaborazione della Polizia Scientifica, ha ottenuto numerose prove sul fatto che Forcella fosse implicato in altre attività criminali.
Per questo motivo Forcella √® stato tradotto presso la casa Circondariale di Teramo all‚Äôinizio di questa settimana, su richiesta della Procura della Repubblica di Ascoli Piceno, istanza ritenuta valida e accolta in pieno dal G.I.P. che ha richiesto il ripristino della misura cautelare nel pi√Ļ vicino carcere.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 873 volte, 1 oggi)