*La strada per raggiungere la Neurochirurgia è ancora in salita e le discussioni del passato legate a promesse e posizioni più o meno ufficiali nei fatti oggi non hanno prodotto gli auspicati effetti legati a quelle promesse e posizioni.
An in questo percorso si è spesa molto, dalle conferenze stampe, da quando manifestò sulla statale insieme ai Circoli, all’On.Conti ed all’ex Cons. Reg. Marucci sino ai giorni nostri.
Il Gruppo Consigliare di A.N. non ha esitato a condividere una mozione per dimostrare che la sanità è di tutti, tanto è che la mozione fu ritirata dal Gruppo AN alle 1.30 di notte di un Consiglio Comunale perche’ precedentemente sollecitati dall’opposizione e poi difatti votata dai 30 Consiglieri.
Questo per dire che preferiamo la concretezza degli obiettivi su un tema importante come la sanità piuttosto che all’immagine elettoralistica.
Un ringraziamento va alla Conferenza dei Sindaci che all’unanimità ha concordato sull’obiettivo della Neurochirurgia ma a valle esiste un percorso da costruire per sostenere la funzionalità della meta. Pemetteteci di esprimere forte rammarico riguardo il tempo perso sino ad oggi perché se così non fosse stato oggi eravamo a parlare su come e dove istituire il reparto di Neurochirurgia ma non è mai tardi anche perchè non abbiamo pensato mai di fermarci su questo obiettivo e, chi ci conosce sa che non ci fermeremo.
Infatti già da domani si chiederà di visionare il piano di recupero programmatico sulle soluzioni strutturali ed organiche che permetteranno la creazione della Neurochirurgia parallelamente altre attività sanitarie non connesse alla Neurochirurgia.
Oggi rispetto a ieri non c’e nulla di nuovo se non questo importante passo di annunciazione pertanto la cautela è d’obbligo. Le iniziative di rinnovo strutturale dovranno precedere le iniziative di rinnovo tecnologico ed organico e non potrà essere altrimenti nella integrità di un progetto di riqualificazione.
Alleanza Nazionale, in una cautelata soddisfazione, continuerà nel suo percorso di controllo ed informazione alla pubblica opinione sull’evolversi dei lavori che nelle buone intenzione, ora, dovranno muoversi a passo spedito nell’obiettivo di istitituzione definitiva della neurochirurgia così come pure e non per ultimo, il recupero della mobilità passiva, della qualità organizzativa dei servizi e delle liste di attesa nonchè della maggiore chiarezza di funzionamento delle attivita’ territoriali che attraverso l’assistenza domiciliare dovrà limitare l’ospedalizzazione impropria .
I Primari ed i Coordinatori Medici di Dipartimento, i Dirigenti Infermieristici, i sindacati, il Tribunale dei Diritti dell’ammalato, di concerto con la Direzione Aziendale, giocheranno un ruolo di prima linea per ottenere positivi risultati.
*Benito Rossi capogruppo consiliare Alleanza Nazionale

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 318 volte, 1 oggi)