*Ritengo urgente aprire la discussione sul Nuovo Piano Regolatore nei confronti dei cittadini, comitati di quartiere, associazioni commerciali, artigiani, industrie,
sindacati e comunità parrocchiali. Problematiche importanti come la viabilità cittadina, le aree verdi attrezzate, i parcheggi, i servizi tutti, sono spazi prioritari e indispensabili dove nella discussione va coinvolta la cittadinanza.
In merito alla viabilità e ai parcheggi vorrei ricordare che in zone come
ad esempio la scuola “Colleoni? è prioritario e indispensabile la progettazione
di aree parcheggio e azioni urbanistiche atte alla razionalizzazione della
viabilità cittadina.
Il Movimento Giovanile UDC di Porto d’Ascoli invita l’Amministrazione a discutere della tematica urbanistica oltre che al chiuso del “Palazzo? anche e soprattutto
con la gente, in maniera coscienziosa ed equa, al fine di giungere ad un piano regolatore attento ai reali bisogni dei cittadini, che soddisfi non solo le necessità dell’attuale società, ma anche e soprattutto quelle future dei nostri figli.
Tutto questo affinché non si ripetano errori simili a quelli commessi ad esempio in passato in via San Giacomo, dove a causa di quelle disattenzioni, oggi risulta problematico (direi impossibile) non solo trovare un minimo di spazio per i ciclisti, ma a ben vedere, anche per i pedoni. In quel caso il problema è aggravato dal fatto che si tratta di una via che costeggia la spiaggia.
L’attenzione a questi e a tanti altri particolari è d’obbligo per una città che ha, e vuole avere anche in futuro, una forte vocazione turistica e se si vuole intendere il Nuovo Piano Regolatore come un’opportunità per migliorare la qualità della vita.
*Dott. Costantino Costantini – Movimento Giovanile UDC

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 281 volte, 1 oggi)