GROTTAMMARE – Entro il 31 gennaio partiranno i lavori di ristrutturazione del corpo sud-ovest della scuola elementare “G.Speranza�: il programma prevede che l’edificio tornerà totalmente fruibile già il prossimo anno scolastico, con una pensa capace di contenere cento posti in più che in precedenza (trecento anziché duecento).
La ditta che condurrà i lavori è l’impresa edile Travaglini Srl di Ascoli Piceno, che si è aggiudicata i lavori grazie ad un ribasso del 6,90% rispetto all’importo complessivo dei lavori. Il costo totale è di 499.000 euro, di cui 99.000 finanziati dalla Provincia all’interno del Piano di Edilizia Scolastica, mentre i 400.000 euro restanti sono finanziati con l’accensione di un mutuo. Il piano di lavoro predisposto dall’Ufficio dei Lavori Pubblici prevede il completamento delle opere in 187 giorni.
La direzione del cantiere è affidata all’ingegnere Alessandro Vittorini Orgeas, l’esperto che nel 2003 ha avviato l’indagine di verifica sulla staticità della struttura e, successivamente, redatto il progetto esecutivo della ristrutturazione. Nell’elaborato, è previsto, oltre al consolidamento statico, anche la riorganizzazione funzionale di alcuni spazi. L’attuale superficie della mensa verrà ampliata utilizzando i locali finora adibiti a deposito. Verranno inoltre rinnovati completamente tutti i bagni e la pavimentazione dell’ala oggetto dei lavori.
“Siamo consapevoli di aver creato un disagio ai bambini, alle famiglie e al corpo insegnante per il momentaneo trasferimento nell’ex Itg�, dichiara l’assessore ai Lavori pubblici, Fausto Tedeschi, “ma siamo molto soddisfatti di aver preso una così importante decisione perché siamo consapevoli che la sicurezza dei nostri figli è il valore più importante della collettività�.
La vicenda della ristrutturazione dell’edificio scolastico di via Garibaldi è iniziata nel 2003. A quell’epoca risale, infatti, la pubblicazione della nuova classificazione delle zone a rischio sismico del territorio nazionale. Per la prima volta, Grottammare si trova inserita in quell’elenco e, dunque, invitata a procedere entro il 2008 alle verifiche statiche di particolari edifici come le scuole. La Giunta comunale deliberò, quindi, l’affidamento dell’incarico all’ingegnere Vittorini Orgeas, visto che, nel periodo che va dai primi anni ’50 alla metà degli anni ’80, la scuola Speranza, come la maggior parte delle scuole d’Italia, fu oggetto di ripetuti interventi edilizi secondo tecniche da verificare, oggi, alla luce della nuova normativa.
Nell’aprile del 2004, a seguito delle prime indagini effettuate dal professionista, l’amministrazione comunale si trovò di fronte ad una scelta non facile: quella di sospendere le attività scolastiche all’interno del corpo sud-ovest per poter effetture ulteriori indagini e rendere definitiva la valutazione strutturale dell’edificio. Lo studio si svolse durante l’estate, facendo emergere, appunto, la necessità di adeguamenti strutturali. Non ritenendo di dover rinviare a tempo indeterminato la realizzazione di detti interventi, l’amministrazione comunale ha preferito assumersene immediatamente la responsabilità.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 244 volte, 1 oggi)