*Per capire quale sviluppo dare al nostro territorio nell’ambito del turismo la Confesercenti la prima settimana di gennaio ha organizzato un seminario per gli addetti ai lavori con figure di spicco nazionale per capire quali sono le potenzialità del turismo nel nostro territorio. Il dibattito si è soffermato soprattutto sulle alternative del tradizionale turismo balneare. Il confronto ha fatto emergere la necessità di puntare ad allungare la stagione estiva attraverso interventi al rilancio del turismo congressuale, una maggiore promozione del territorio, per promuovere un turismo rurale legato alla nostra storia dell’agricoltura ed al nostro patrimonio culturale.
La settimana scorsa l’Associazione Industriale ha promosso un convegno legato al mondo del turismo perché anche loro capiscono le difficoltà del territorio, dovuto ad una crisi del settore industriale, con una perdita di ca.3000 posti di lavoro negli ultimi due anni. Purtroppo una miope amministrazione comunale come quella di San Benedetto del Tronto non si rende conto di quello che sta accadendo nella nostra città, ossia che lo sviluppo economico passa attraverso un rilancio di tutto il comparto turistico che potrà  fare da volano ad altri settori per un vero rilancio produttivo occupazionale della nostra terra.
Il dibattito in questi ultimi giorni è incentrato sull’utilizzo del Palazzo dei congressi: la Regione Marche, il comune di San Benedetto hanno investito delle risorse di tutti i cittadini per realizzare una struttura che potesse dare delle risposte attraverso una politica turistica legata al turismo congressuale, come stava gia facendo la passata amministrazione; purtroppo i nostri attuali amministratori vogliono trasformare il Palacongressi in una Multisala Cimematografica con conseguente cambio di destinazione. Io ritengo invece che incrementando il turismo congressuale con mirati investimenti, anche gli operatori turistici torneranno ad investire nelle proprie strutture ricettive (non si costruisce un albergo da diversi anni nella nostra costa), perché ci sarà un prolungamento della stagione, creando occupazione e una maggiore professionalità degli addetti ai lavori. Certe scelte devono essere fatte con tutte le forze economiche della città! Oramai la misura è colma, l’incapacità di amministrare dell’attuale maggioranza di centrodestra porterà la nostra città ad un ristagno economico ed occupazionale pericoloso per le future generazioni.
*Nino Capriotti – capogruppo consiliare Sdi

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 12.610 volte, 1 oggi)