CUPRA MARITTIMA – Dopo la delusione della scorsa stagione in cui la Cuprense ha conosciuto l’amarezza della retrocessione dalla Promozione alla Prima Categoria, in questo torneo i gialloblù stanno ritrovando la soddisfazione di essere primi. Merito dei ragazzi che ogni sabato scendono in campo determinati e di un allenatore capace di infondere una mentalità vincente.
Il tecnico Gianni Clerici, abbandonata l’esperienza sulla panchina della della Futura 96, ha accettato di buon grado di guidare la Cuprense per lottare verso obiettivi importanti con l’intento di riportare l’entusiasmo all’interno della società, della squadra e della tifoseria (sempre numerosa). E i numeri gli hanno dato ragione. Il primato in classifica è la prova di quanto impegno è stato elargito partita dopo partita.
Il campionato è iniziato all’insegna dei gialloblù. Partiti subito forte, mostrando alle mal capitate avversarie il valore della Cuprense. Anche se qualche volta il gioco non è stato brillante, i risultati sono sempre arrivati grazie allo spirito di sacrificio di ogni componente della rosa.
C’è stato un momento in cui la squadra di mister Clerici ha risentito di questa sua marcia trionfale. Un dicembre avido di punti. Piccole avvisaglie sono state i pareggi con Atletico Pieceno (1-1) e Ripatransone (1-1) fino alla prima sconfitta esterna contro l’Acquasanta (1-0). Le due settimane di riposo durante il periodo natalizio hanno ridato splendore ai gialloblu.
Il nuovo anno è cominciato nel migliore dei modi. La Cuprense detiene ancora l’imbattibilità casalinga con otto vittorie. Vanta il miglior attacco con trentanove reti segnate di cui ventisette tra le mura amiche. A pari merito con la Sangiorgese è la formazione che ha subito meno gol, soltanto tredici (otto sul proprio terreno di gioco e cinque in trasferta).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 468 volte, 1 oggi)