SAN BENEDETTO DEL TRONTO –
Quando si è avvicinato per la prima volta alla pallavolo?

“Ho iniziato ad allenare nel Castiglion del Lago (Pg) nel ’73-’74, con l’intento di portare la squadra in serie A: cosa che avvenne con altri allenatori qualche anno dopo. Sono fiero di aver partecipato a quel progetto che permette alla Castiglionese di giocare tutt’oggi nella massima serie. Successivamente ho allenato il Cus Perugia. Ho fatto esperienza in campi di B e di B1 e poi sono arrivato a San Benedetto iniziando un discorso di rafforzamento del settore giovanile, che alleno dal 1987 e che oggi sta dando i suoi frutti con quegli stessi ragazzi che ora giocano in prima squadra.?
Quali sono le caratteristiche di Moriconi come allenatore?
“Ho sempre cercato di allenare i ragazzi prima alla vita e poi alla pallavolo. Il mio obiettivo è di far diventare il nostro settore giovanile tra i più quotati a livello nazionale. Alleno la prima squadra da due anni in Serie C e spero di riuscire a portare avanti, con il professore Mattioli, anche il settore femminile.?
Qual è l’obiettivo della Riviera Samb per la stagione corrente?
“Stiamo disputando un ottimo campionato: cammin facendo ci siamo resi conto della nostra forza. Siamo una delle squadre più forti del girone anche se dopo una serie di partite estremamente positive, abbiamo perso un po’ di entusiasmo. I nostri ragazzi sono molto validi e hanno tutti una certa esperienza.?
Le ultime sconfitte sono forse un segnale di un qualcosa da migliorare?
“Tecnicamente e tatticamente non abbiamo grandi problemi anche se io non mi accontento mai. Un nostro difetto dipende dal fatto che a volte non crediamo nelle nostre capacità e allora perdiamo partite alla nostra portata.?
Ci aspettiamo allora già nel prossimo impegno quella fiducia nei propri mezzi di cui parla.
“I miei ragazzi lo sanno che Sabato a Macerata dobbiamo vincere anche per onorare Umberto Ventura, il nostro vicepresidente recentemente scomparso, perché sappiamo tutti che teneva tantissimo a vincere per la sua città.?
Quale ricordo la lega al signor Ventura?
“Mi ha sempre consigliato, mi stimava tantissimo e di questo ne sarò sempre orgoglioso. Avevamo la comune idea di portare avanti il settore giovanile che lui considerava una vera ricchezza. Dava sempre la carica alla squadra, sapeva dare il giusto entusiasmo. Era un trascinatore. Lascia intorno a se un grande vuoto, non credo che qualcuno possa sostituirlo.?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.420 volte, 1 oggi)