SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non ci voleva. Il Porto d’Ascoli ha interrotto la scia positiva di risultati (due vittorie e un pareggio) cedendo, sul proprio terreno di gioco, all’Acquasanta. Una gara che, lasciando poco spazio allo spettacolo, stava dirigendosi giustamente verso un pareggio. Un punto che avrebbe fatto sicuramente morale alla squadra che avrebbe comunque mosso la classifica.
Al contrario, la sconfitta dei biancocelesti ha scatenato un vero e proprio ingorgo in zona play off. Monticelli, Grottese e Petritoli rispettivamente vittoriosi hanno agguantato la Ripa (sconfitta dalla Sangiorgese) al quinto posto portandosi a quota 25. Il Porto d’Ascoli rimane attardato di un punto, con sei lunghezze di vantaggio sulla zona play out. A testimonianza di una classifica corta che non concede nessun tipo di distrazione.
Nel match contro i termali il tecnico Grilli, tra l’altro squalificato fino al 2 febbraio, ha dovuto rinunciare a sei titolari. Influenza per Marconi e Palanca, dolore alla caviglia per il giovane Rocchi, Traini fuori per una botta ricevuta in allenamento due settimane fa (il suo impiego per sabato prossimo è ancora in dubbio), Spinosi recuperato dallo stiramento (ma non ha ancora i novanta minuti nelle gambe) e Del Toro alle prese con una fastidiosa pubalgia.
In campo stesso modulo (4-4-2) ma con uomini diversi. Mestichelli ha fatto il vice Palanca affiancandosi a centro campo a Sergio Filipponi con Sansoni e Gaetani esterni. In attacco Meo come prima punta supportato dietro da Straccia.
La gara stava scivolando via con tranquillità senza particolari sussulti da ambo le parti. Il Porto d’Ascoli controllava con ordine una spenta Acquasanta fino a quando un corner battuto a due minuti da termine del primo tempo ha portato in vantaggio i termali. Una doccia fredda che ha scosso, ad inizio ripresa, la formazione di Grilli cercando disperatamente il pari senza mai affondare con freddezza. E a tempo quasi scaduto l’avversario ha raddoppiato su calcio di rigore.
Una brutta tegola per il Porto d’Ascoli. In questa settimana l’importante è recuperare alcuni titolari e lavorare con serenità per tornare a vincere. I biancocelesti hanno tutte le carte in regola per entrare di diritto in zona play off basta volerlo. E se qualche volta la fortuna decidesse di girare da queste parti, sarebbe carino che lasciasse qualche punto per la visita.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 277 volte, 1 oggi)