“Abbiamo ridefinito i criteri per l’assegnazione dei fondi per la cultura, e c’è stato chi in Consiglio Provinciale ha insinuato che la costruzione del sistema culturale piceno potesse in realtà nascondere la finalità di selezionare le associazioni per appartenenza ideologica”.
Esordisce così l’Assessore alla Cultura e all’Istruzione Olimpia Gobbi al termine della conferenza stampa di presentazione del nuovo sito internet della Fondazione Bizzarri.
Queste le associazioni a cui sono stati assegnati i contributi: cineforum “Buster Keaton”-S. Benedetto, “Sinfonie di Cinema”-Montefiore, “Corto per scelta”-Massignano, “Fondazione Bizzarri”-S. Benedetto,centro multimediale della Biblioteca Comunale “G. Lesca”-S. Benedetto,cineforum “Blow Up”-Grottammare, “Cineclub”-Ascoli Piceno.
“La scelta della rete è stata fatta con onestà intellettuale e cercando di ottimizzare l’uso delle risorse”, continua la Gobbi, “Noi stiamo sostenendo il progetto di rete affinché le esperienze possano circolare liberamente”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 966 volte, 1 oggi)