SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un successo speciale per la piccola atleta della World sporting academy Sofia Camela, sei anni, classificatasi prima nella prova speciale regionale, ma anche per tutte le ginnaste, mai oltre il decimo piazzamento. Sarah Ricciardi e Ludovica Pesiri si sono, invece, distinte classificandosi quarta e quinta. Una manifestazione regionale indetta dalla Federazione ginnastica d’Italia per avere un database sul livello nazionale di giovanissimi sportivi iscritti.
La WSA di Juan Mattoni, da dieci anni sui campi di gara, da questo evento ne è uscita molto soddisfatta. Ricordiamo i nomi delle atlete e le rispettive squadre:
– serie B artistica femminile: Valeria Palestini, Joelle Mattoni e Jessica Mattoni;
– serie C artistica femminile: Ludovica Pesiri, Chiara Sanguigni e Sarah Ricciardi;
– serie C ritmica: Valeria Aksyur, Korina Vildanova e Veronica Foschi;
– serie B aerobica sportiva: Piero Fortini, Laura Fulgenti, Giorgia Vulpiani e Claudia Migliori;
– squadra prova speciale: Margherita Agostini, Chiara Iozzi, Francesca Mattioli e Elisa Lauri.
Tra questi è doveroso ricordare Piero Fortini, di diciannove anni, tra gli otto migliori d’Italia della sua categoria; Joelle e Jessica Mattoni, tra le primissime atlete marchigiane e tra le prime venti italiane. Ma è tutto il gruppo che si distingue per impegno e applicazione, guidato dagli insegnanti Elena Kunyukhova (tecnico federale), Luigina Cedio (ginnastica generale), Margarita Ashchenkova, Elena Ternico e lo stesso Juan Mattoni.
L’assessore ai lavori pubblici Giovanni Polil, con il consigliere comunale Angelo Ercole, annuncia che entro quattro mesi la nuova tensostruttura dedicata all’attrezzistica sarà pronta. “Una disciplina che a San Bendetto ha dato una valenza nazionale con i fratelli Carminucci, ora finalmente ha una palestra dedicata?, ha commentato l’assessore.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.587 volte, 1 oggi)