Parte forte la Samb ma si ferma quasi subito per mettersi a ragionare di più. Riesce comunque ad impedire che il Foggia si presenti nella propria area. Ci arriva la prima volta al 19’ con Cellini in modo apparentemente innocuo ma non è così perché il suo ‘passaggio al portiere’ diventa il gol del vantaggio ospite. I restanti minuti del primo tempo mi fanno venire in mente un vecchio detto: portiere e centravanti sono il segreto delle grandi squadre. Oggi i peggiori in campo, nel primo tempo, sono stati proprio i giocatori che ricoprivano i due ruoli, Cortelli e Alberti. Nella ripresa entra in campo la stessa formazione e non combina granché fino a quando l’honduregno Leon prende in mano la squadra rossoblù e per il Foggia è notte su tutti i fronti. Da destra o da sinistra l’ex reggino dribla, crossa, serve in tutti i modi i compagni e la sua verve non si esaurisce dopo il giusto pareggio di Amodio. Nel finale il Foggia è alle corde principalmente per merito suo ed il gol della vittoria non arriva per puro caso. Finisce con un pareggio che lascia l’amaro in bocca ma che, secondo me, porta un’ottima notizia: un Leon così può fare la differenza in questa categoria. Se si riesce a coprire dignitosamente i ruoli cardine di portiere (con il ritorno di Spadavecchia) e centravanti tutto è ancora possibile. De Lucia oggi ha avuto spunti da vero terminator e lascia ben sperare. Marruocco gli ha impedito il gol (la palla però era dentro) con una parata incredibile e apparentemente impossibile. Alcuni giornalisti foggiani ci hanno detto che deve scontare precedenti ‘papere’. Proprio con noi!
Note
La ripresa inizia con cinque minuti di ritardo perché il guardalinee rileva un buco nella rete della porta lato sud.
Cronaca
2’ Azione personale di Martini che costringe al corner la difesa pugliese. 19’ Passa in vantaggio il Foggia con Cellini che si invola sulla sinistra, entra in area e fa partire un tiro debole e da posizione angolata: l’esordiente Cortelli si fa incredibilmente superare. 0-1. 34’ Cortelli esce in ritardo ma riesce egualmente a deviare con i pugni sopra la testa di Cellini. Un minuto dopo lo stesso Cortelli rinvia maldestramente un passaggio all’indietro di Taccucci. 38’ Taccucci, di testa, impegna Marruocco. 47’pt Cortelli devia con i piedi un tiro ravvicinato di Da Silva. 52’ punizione dal limite per il Foggia, per poco non ci scappa l’autorete. Sul corner conseguente mischia paurosa in area rossoblù senza esiti. 59’ Leon ha la palla del pareggio ma il suo tiro (con poca decisione) viene deviato in corner da un difensore. 60’ prima volta per Alberti che devia pericolosamente verso Marruocco un cross di Colonnello. 66’ Taccucci toccato in area, l’arbitro fa proseguire. 73’ Dopo una pressione continua ma sterile che vede in cattedra Leon capita ad Amodio la palla del pareggio, il suo tiro dopo una deviazione finsice in rete. 1-1. 76’ L’irresistibile Leon dribla un paio di avversari poi rimette al centro per De Lucia che devia in rete. Si ha l’illusione del gol (in effetti lo era come testimonia negli spogliatoi Remo Croci che ha in mano la cassetta video rivelatrice) che Marruocco evita grazie all’arbitro con uno scatto da vera pantera. Leon continuan ad imperversare nella metà campo ospite: al 91’ serve dal corner Bogliacino che fa partire un bolide di poco fuori. 93’ De Lucia si gira bene in area ma Marruocco para a terra. Gran finale della Samb che meriterebbe il gol che purtroppo non arriva.
Avversario: 6
Il Foggia lascia fare la Samb che si trafigge da sola dopo appena venti minuti. Diventa per gli ospiti tutto più facile. Nel finale però dimostra tutti i suoi punti deboli.
Arbitro: 4,5
Bene per un’ora, si perde nel finale segnalando falli inesistenti e non impedendo al Foggia di perdere ripetutamente tempo. Manca di polso e per un arbitro è abbastanza grave. Gravissimo poi il gol non visto. (np)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 329 volte, 1 oggi)