Mastellarini Gabriele: la partita è stata falsata dalla svista del direttore di gara, che non ha voluto vedere il gol di De Lucia. Abbiamo giocato meglio del Foggia, ma non siamo riuisciti a conquistare i tre punti nonostante li meritassimo pienamente e questo ci brucia parecchio. Siamo molto amareggiati per il trattamento che siamo costretti a subire. Ci danno 4 mila euro di multa per una parola fuori posto, poi quando succedono cose del genere dovremmo anche stare zitti. Se fosse successo a Napoli…
Leon: nella ripresa ho giocato meglio anche per merito dei compagni. Il mio ruolo preferito è quello di ala destra, ma posso giocare anche al centro. Non sarà facile perché in questa squadra ci sono molti fantasisti. Il gol negato a De Lucia era valido. Ero sul fondo e ho visto bene. Anche il guardalinee che mi era vicino stava per assegnare la rete, ma poi ci ha ripensato. Chissà perché!
Vidallè: sono in fase di recupero e spero di tornare ad allenarmi con i miei compagni. Radiomercato mi da in partenza? Mi dispiacerebbe perché sono attaccato a questa maglia e a questo ambiente.
Marruocco: il Foggia ha giocato un buon primo tempo. Potevamo chiudere la gara, ma non siamo stati fortunati e poi nella ripresa abbiamo subito il ritorno della Samb, che è una ottima squadra e non occupa a caso questa posizione in classifica. La Samb protesta per il gol non assegnato a De Lucia? La palla non è entrata, ve lo posso assicurare, anzi posso metterci la mano sul fuoco. La tv dice il contrario? Io non l’ho vista e lo dite voi che siete tutti giornalisti di San Benedetto. Comunque il direttore di gara era lontano e coperto da molti uomini. Era un caso difficile da giudicare.
De Lucia: una piazza come San Benedetto non merita di essere trattata così. Il mio gol era entrato di 30 centimetri e non lo dico solo io. Chi ha guardato la tv, lo può testimoniare. Sono un attaccante d’area e mi piace far salire la squadra, cercando di sfruttare i lanci. Siamo una squadra molto tecnica e possiamo toglierci alcune soddisfazioni se riusciamo ad entrare in sintonia.
Amodio: avevo già segnato 2 gol in serie A in Uruguay ma questo è il mio primo gol in Italia. Abbiamo fatto la partita e credo che non ci si possa rimproverare nulla. Leon è in fase di crescita è un grande giocatore, ma ha bisogno di ambientarsi. Oggi appena è entrato in partita ha fatto la differenza e domenica a Rimini, con una squadra che come noi cercherà di fare la partita, possiamo anche vincere.
Colonnello: abbiamo dato il massimo, ma non siamo riusciti a vincere. Nessuno ci può rimproverare nulla, perché abbiamo fatto la partita per 90 minuti ed abbiamo subito gol per una mezza incertezza. Siamo una grande squadra e mi dispiace aver sentito critiche dalla tribuna. Non le meritiamo. Chi si permette di insultarci e di minacciarci, come mi è successo l’altro giorno in pizzeria, deve sapere che ci alleniamo in campi osceni, come nessuna altra squadra della categoria e quando giochiamo in casa siamo costretti pure a farci la doccia fredda. Il comune non ci aiuta per niente e per mettere a posto la caldaia sta facendo passare quasi tre mesi. Se stasera mi dovessi ammalare, con chi dovrei prendermela?
Coccimiglio (presidente del Foggia): sull’azione del gol non concesso alla Samb non ho visto la palla oltrepassare la linea . L’azione è stata talmente veloce che anche per l’arbitro era difficile giudicare. Comunque io ho apprezzato il gesto atletico del portiere Marruocco. Ci accontentiamo del pari anche se nel primo tempo abbiamo avuto una buona occasione con Da Silva che non è riuscito a segnare. Aveva “ graziato? la Samb anche all’andata, vuol dire che vuole bene alla squadra rossoblu. Il Foggia è partito con altre ambizioni, oggi , vista la classifica, l’obiettivo principale è raggiungere quota 42 punti, poi si vedrà. Stiamo già lavorando per il prossimo anno.
Cichella:Nel primo tempo abbiamo speso molto, corso su tutte le palle e poi nella ripresa abbiamo pagato. Ci siamo tirati indietro ad aspettare la Samb, senza offendere. La Samb ha recriminato su una azione, chiedendo il gol. Io ero vicino all’azione e non ho visto la palla oltrepassare la linea. Se poi dalle riprese televisive si vede il contrario vorrà dire che siamo stati fortunati.
Taccucci: Sia il portiere che il capitano del Foggia hanno confermato che la palla indirizzata a rete da De Lucia aveva oltrepassato la linea. Non dico che dobbiamo essere aiutati, ma vogliamo che ci sia dato quello che ci spetta. Nel girone di andata abbiamo avuto un solo rigore a favore, un mezzo tiro che ci fanno, ci penalizza. Peccato perché con una vittoria ci potevamo inserire nella zona alta della classifica.
Oliveira: nella prima parte della partita abbiamo giocato bene, come voleva l’allenatore, poi nella ripresa ci siamo tirati troppo indietro e la Samb ne ha approfittato. Non so ancora se resterò a Foggia. Bisogna ancora perfezionare certe cose. Non dipende dal cambi di allenatore, ma da altre situazioni.
Zanetti: Il loro portiere ed il capitano hanno detto di essere stati fortunati perché l’arbitro non si è accorto che la palla colpita da De Lucia aveva oltrepassato la linea di porta. Resta il rammarico che gli avversari ci mettono in difficoltà con l’unico tiro in porta che fanno. Il risultato di oggi ci deve dare la carica per fare bene a Rimini. E poi il Rimini prima o poi dovrà pur commettere un passo falso!
G. Agostini e L. M. Perotti

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 697 volte, 1 oggi)