SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non si ferma più il Grottammare. In terra romagnola, batte il Mezzolara 2-1 e consolida il terzo posto in classifica seppur in compagnia del Fortis Spoleto. I biancoazzurri, con umiltà e concentrazione, si sono ritrovati in zona promozione e la salvezza non è tarda a venire.
Contenta la Cuprense non solo per aver sconfitto la Castoranese 2-0 ma per il regalo dell’Atletico Piceno che ha conquistato tre punti ai danni della Sangiorgese. Per i ragazzi di mister Clerici vuol dire non avere più il fiato sul collo, ora i punti di distanza sono sette.
Riscatto dell’Acquaviva. Dopo due sconfitte consecutive, una nel recupero con il Porto d’Ascoli e l’altra nella gara con la Sangiorgese, la squadra del tecnico Travaglini si rimette in carreggiata. Un sonante 4-1 al Monticelli che la risolleva da una classifica fino a quel momento in bilico.
Nel derby Ripatransone-Porto d’Ascoli è scaturito il più classico dei risultati, 0-0. Il Porto d’Ascoli è partito in sordina per consolidare il proprio gioco nel corso della ripresa senza, però, colpo infierire. La vittoria dell’Atletico Piceno, fa scivolare i biancocelesti al sesto posto, ad un solo punto dalla zona promozione.
La Ripa, nonostante il pareggio, continua la sua scia positiva. Non perde da ben otto turni. Contro il Porto d’Ascoli, gli amaranto faticano a trovare spazi regredendo nel gioco. Tutto sommato un punto che la squadra di Mascitti raccoglie volentieri mantenendo, così, la quinta posizione.
Week end amaro per il Centobuchi, battuto 3-1 dal Mondolfo. Peccato perché i ragazzi di mister Marocchi erano passati in vantaggio, poi in dieci uomini si sono fatti raggiungere e successivamente superare. I tre punti persi l’hanno fatti retrocedere in quinta posizione insieme a Civitanovese e Caldarola.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 204 volte, 1 oggi)