ASCOLI PICENO – Quattro stranieri arrestati, due pregiudicati denunciati, 134 controlli effettuati su persone ed auto in provincia di Ascoli Piceno. E’ il bilancio di una vasta operazione anticrimine condotta dalle quattro compagnie dei carabinieri di Ascoli, Fermo, San Benedetto e Montegiorgio. I primi arresti sono stati effettuati a Folignano, in collaborazione con il nucleo dell’ispettorato del lavoro, dove sono stati rintracciati due cinesi colpiti da decreto di espulsione emesso dal questore di Campobasso. A Montefiore dello Aso, invece, i carabinieri hanno tratto in arresto un marocchino responsabile di violenza privata, ingiurie e inosservanza dei provvedimenti dell’autorità, mentre a Porto San Giorgio è stato bloccato un nigeriano, venditore ambulante abusivo, per essere rimasto in Italia nonostante il decreto di espulsione della questura di Macerata.
Nell’ambito della stessa operazione i militari hanno individuato e fermato a Monsampolo del Tronto due pericolosi pregiudicati responsabili di decine di reati contro il patrimonio. Nella loro auto, una Volkswagen di colore scuro, i militari hanno rinvenuto passamontagna, guanti, lunghe funi, arpioni, materiali ed attrezzi da scacco. Il materiale è stato sequestrato, i due sono stati denunciati e proposti per il foglio di via obbligatorio.
Infine, negli ultimi tre giorni, i carabinieri, in servizio di vigilanza stradale, hanno ritirato 7 patenti e 15 carte di circolazione, decurtati 720 punti, emesso 417 contravvenzioni, rilevato 7 incidenti stradali, controllato 1.937 automezzi e identificato 2.014 persone.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 547 volte, 1 oggi)