GROTTAMMARE – Teatro dell’Arancio sempre al centro delle attenzioni dell’amministrazione comunale di Grottammare. Dopo la recente riapertura, ieri è stato sottoscritto l’accordo con cui il Comune di Grottammare ha affidato i lavori di consolidamento delle fondazioni del Teatro, ad un’associazione temporanea di imprese, costituitasi tra la società cooperativa Edilrocca a r.l. di Roccascalegna (Ch) e l’Idroelettrica Massimo di Petritoli (Ap).
Le due ditte si sono impegnate a realizzare le opere entro sei mesi dalla consegna ufficiale per un importo netto pari a 34.900 comprensivi degli oneri di sicurezza. L’importo è coperto da un fondo già previsto dal bilancio 2004, e i lavori inizieranno già nei prossimi giorni.
L’intervento sulle fondazioni del Teatro dell’Arancio corrisponde ad uno stralcio del complesso intervento di recupero del manufatto settecentesco e dell’attiguo ex palazzetto comunale. I lavori della stessa associazione proseguono dal 2002 per portare a termine il progetto di recupero redatto dallo studio tecnico Gruppo Marche di Villa Potenza (MC). Nell’aprile del 2003, infatti il restauro venne interrotto perchè l’Amministrazione Comunale ritenne opportuno accogliere un evento espositivo (“Il segno dei maestri-Dal Guercino a Canova?) che per la prima volta, dopo quasi un secolo, avrebbe restituito alla cittadinanza la fruibilità del manufatto.
Vennero quindi rimandate le opere di consolidamento delle fondazioni, in quanto non strettamente necessarie in funzione della mostra e non determinanti per la stabilità del fabbricato. Ritenendo comunque di dare corso all’esecuzione dei lavori, l’Amministrazione Comunale richiese ai tecnici progettisti la redazione di un progetto particolareggiato finalizzato esclusivamente a questo obiettivo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 610 volte, 1 oggi)