SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Contro il Mezzolara, in terra emiliana, il Grottammare si prepara a fare bottino pieno. I baincoazzurri vogliono mantenere la scia positiva che li accompagna da ben undici turni. Interrompere significherebbe vanificare in novanta minuti il lavoro di una stagione. Essendo la classifica molto corta, a rischio ci sarebbe anche il posto play off.
Continua a mietere successi il Centobuchi. In casa del Mondolfo, penultimo, la squadra di mister Marocchi deve continuare a raccogliere punti per tenere lontane due inseguitrici come Caldarola e Jesina per nulla dome.
Sono soltanto quattro i punti che separano la capolista Cuprense dalla Sangiorgese. I ragazzi del tecnico Clerici contro la Castoranese hanno il divieto di sbagliare. Vincere, innanzi tutto, e sperare in un risultato favorevole dall’incontro Atletico Piceno-Sangiorgese.
Ripatransone-Porto d’Ascoli è un derby di ex e di amici. Una sfida sentita da ambo le parti, in special modo ora che le due squadre stanno lottando per rimanere in zona promozione. Il Porto d’Ascoli ha il compito più difficile. Se i ragazzi di Grilli riescono a tramutare la paura di vincere in paura di perdere, non c’è scampo per nessuno.
La Ripa, in ottima salute da sette giornate, è la formazione che attualmente fa più impressione. In avanti, gente come Fiorino e Alessandro Nannuzzi hanno trovato l’intesa del gol. Una sconfitta vorrebbe dire spezzare l’equilibrio che gli amaranto sono stati capace di ricostruire dopo un periodo buio.
Zona rossa per l’Acquaviva. C’è assoluto bisogno di punti. Tra le mura casalinghe, arriva il Monticelli. Una squadra senz’altro motivata che può dare una spinta maggiore a Balletta e compagni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 216 volte, 1 oggi)