FOGGIA – Dalla sua Lucca, dove vive – di nascita è romano – Massimo Morgia è arrivato ieri pomeriggio per firmare il contratto che lo legherà ai pugliesi sino a giugno (con opzione anche per il prossimo anno), stamattina ha diretto il primo allenamento e alle 12 è stato presentato a stampa e tifosi.
Le sue prime parole da nuovo allenatore del Foggia sono state a dir poco entusiastiche: “Sono contento come un bambino, mi sembra di essere stato ingaggiato dal Real! Arrivo con voglia di fare bene, contento di aver ricevuto la chiamata di una grande società. Non voglio sbilanciarmi in dichiarazioni importanti – aggiunge – intendo prima assaggiare l’ambiente, anche se conosco Foggia come una piazza esigente…anzi ci sono venuto per questo. Tuttavia è giusto che a parlare di programmi siamo in due, io e Coccimiglio?.
Massimo Morgia, 54 anni il prossimo 7 aprile, si è ufficialmente gettato nell’avventura più affascinante della sua carriera di allenatore. A parte le due stagioni alla guida del Palermo, col quale nell’annata ’98-’99 ha sfiorato la B arrendendosi ai play off, il trainer capitolino vanta esperienze con squadre dal blasone inferiore al sodalizio rossonero – Catanzaro a parte. Oltre ai calabresi Morgia si è seduto sulle panchine di Savoia e Marsala, dove ha ottenuto una storica promozione in C1 (’97-’98). L’ultima esperienza è quella di San Marino – due stagioni – portati l’anno passato ai play off. Per i “titani? si è trattato della prima volta in assoluto.
Il presidente dei dauni Giuseppe Coccimigliogiura: “Ho scelto il tecnico più motivato, ora gli consentiremo di lavorare per grandi traguardi?. Dunque un progetto a lunga scadenza quello del patron rossonero che affida la panchina della sua squadra ad uno dei tecnici più spregiudicati dell’intero panorama della serie C: il credo tattico di Morgia contempla infatti un 3-4-3 di base che all’occorrenza può mutare in un 3-4-1-2 o addirittura in un 3-3-4. Un allenatore votato all’attacco dunque – non a caso le sue formazioni non hanno mai avuto grossi problemi sotto rete – che oggi pomeriggio, al Comunale di Lucera potrà valutare le potenzialità dell’organico rossonero, in occasione dell’amichevole contro la squadra locale allenata da Pietro Maiellaro, storica bandiera del Bari.
Infine per quanto concerne il nuovo preparatore atletico dei satanelli, essendo il “fido? di Morgia in Albania, potrebbe essere chiamato uno tra Stefano Neri e Antonio Fabiano, quest’ultimo reduce dall’esperienza di Salerno, al fianco di Aldo Ammazzalorso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 469 volte, 1 oggi)