ASCOLI PICENO – “Ascoli Piceno, per le sue tradizioni e la sua cultura, deve uscire dall’anonimato e merita di essere protagonista a livello nazionale?. Alla conferenza stampa di “Fritto Misto all’Italiana?, manifestazione gastronomica che si terrà ad Ascoli nei giorni 15 e 16 gennaio, l’assessore regionale Luciano Agostini ribadisce l’impegno della Regione nel promuovere i prodotti tipici delle Marche. Presenti all’incontro, tra gli altri, il giornalista Tonino Carino, testimonial della manifestazione.
“Questa iniziativa – ha sottolineato Agostini – è nata per valorizzare ed esaltare i nostri piatti e confrontarli con quelli proposti dalle altre regioni d’Italia. Attraverso la manifestazione cerchiamo di mettere in relazione il fritto misto all’ascolana, piatto principe delle tavole delle nostre zone, con i fritti prodotti dalla regione Abruzzo, Campania, Piemonte, Sicilia e Toscana. La proposta è finalizzata a valorizzare le tradizioni culinarie, grazie a un percorso di assaggi di piatti che le persone potranno effettuare negli appositi stand. Inoltre ci sarà un momento di riflessione, con un convegno dal titolo l’Arte del mangiare e l’arte nel vedere con la partecipazione di accademici che illustreranno i risultati di un’indagine, effettuata dalla Fondazione Agnelli, che fanno emergere il binomio esistente tra arte e cibo?.
La rassegna gastronomica, organizzata dalla Regione Marche in collaborazione con Piceno da Scoprire, Slow Food, Provincia e Comune di Ascoli Piceno, prevede, oltre l’esposizione e l’assaggio dei prodotti nei laboratori collocati nel Chiostro di San Francesco e nell’ex Chiesa di Sant’Andrea di Ascoli Piceno, anche una degustazione di vini e di oli extravergine delle Marche. Inoltre i ristoranti ascolani che hanno aderito all’iniziativa ospiteranno un cuoco di una delle regioni invitate, mentre altri ristoranti marchigiani, afferenti al Consorzio “Cuochi di Marca?, inseriranno nei propri menu un piatto di fritto nelle giornate di sabato 15 e domenica 16.
Durante l’incontro è emerso che il coinvolgimento di Slow Food all’interno della manifestazione è fonte di garanzia e qualità della rete dei friggitori. Tra questi, infatti, ci saranno il napoletano Luigi De Rosa, famoso friggitore di strada della Campania e i cuochi della celebre osteria piemontese “Boccon Divino?.
Per pubblicizzare l’evento su tutto il territorio nazionale sono stati predisposti dei pacchetti turistici comprendenti un pernottamento con colazione, una cena e due coupon per dieci assaggi nel percorso del fritto. Le prenotazioni possono essere effettuate presso Piceno da Scoprire, ai numeri telefonici 0736/277509-277505 oppure tramite web all’indirizzo:www.picenodascoprire.it.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 357 volte, 1 oggi)