ANCONA – La Giunta regionale ha deliberato una proposta di legge, subito trasmessa all’esame dell’Assemblea, che prevede uno stanziamento di 400 mila euro a favore delle popolazioni del sud-est dell’Asia colpite dal maremoto. La somma è comprensiva dell’avanzo di amministrazione del Consiglio regionale.
I fondi saranno utilizzati per i bisogni di primaria necessità, in particolare per quelli dell’infanzia. Il governo regionale ha stabilito che gli acquisti dovranno essere effettuati direttamente nei luoghi interessati dalla calamità, al fine di contribuire anche al sostegno delle economie locali.
La Giunta ha ribadito la disponibilità ad intervenire di nuovo, con personale e  attrezzature, nei paesi colpiti dalla catastrofe attraverso interventi mirati sia alla fase di emergenza che a quella successiva della ricostruzione.
I progetti da attuare saranno concordati dal coordinamento regionale, creato tra tutti gli Enti pubblici, le Organizzazioni non governative e le Associazioni umanitarie e del volontariato, nei prossimi giorni a Roma con il Dipartimento nazionale di Protezione civile.
Le Marche – ha sottolineato infine la Giunta – intendono continuare a fare la loro parte, dimostrando concretamente solidarietà e disponibilità a realizzare programmi e progetti utili alla ripresa dei paesi sinistrati.    

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 436 volte, 1 oggi)