SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’Ulivo e Rifondazione comunista per la solidarietà. Annunciata una manifestazione avente come scopo raccogliere fondi da inviare in favore delle vittime del maremoto nell’Oceano Indiano. Giovanni Gaspari, coordinatore comunale de L’Ulivo, afferma che tra le proposte si potrebbe avviare una procedura di gemellaggio con qualche paese interessato. Rayng, nei pressi di Puchet, potrebbe essere il villaggio designato. “L’ex assessore alla cultura del comune di San Benedetto del Tronto, Renato Novelli – dichiara Gaspari -, attualmente in Asia, tornerà in Italia il 15 gennaio e, conoscendo il territorio, ci aiuterà nelle scelte?.
Il vicepresidente regionale, nonché nuovo candidato alla presidenza per le regionali 2005, Gian Mario Spacca, ricordando che la protezione civile delle Marche, per prima, è intervenuta con un ospedale da campo nelle aree interessate dallo tsunami. “Un ospedale da campo con otto uomini, tra medici e infermieri – commenta Spacca -, è stato tempestivamente mandato a Puchet, dimostrando una grande efficienza. In queste infauste occasioni è importante coordinare gli aiuti, tra due giorni ci sarà un incontro tra Stato e Regioni per la cooperazione internazionale?.
Settimio Capriotti, capogruppo consiliare di Rifondazione comunista, propone la cancellazione del debito per i paesi colpiti; Pierluigi Addari, di “Sos missionario?, ammonisce sul rischio d’ignorare, per far fronte alla tragedia asiatica, le altre emergenze.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 757 volte, 1 oggi)