GROTTAMMARE – Il presidente di Emergency, Teresa Sarti ha ringraziato l’Amministrazione Comunale di Grottammare per il finanziamento da questa ricevuta, tramite l’acquisto dei biglietti augurali di Natale, per il Panshir Medical Centre di Anabah, il primo ospedale che Emergency ha aperto in Afganistan.
“Vogliamo ringraziarvi per aver scelto di sostenere Emergency in occasione del Natale; il vostro è stato un contributo significativo che servirà a finanziare il Panshir Medical Centre di Emergency a Anabah, il primo ospedale che l’ associazione umanitaria italiana per la cura e la riabilitazione delle
vittime delle guerre e delle mine antiuomo ha aperto in Afganistan?, si legge nella lettera di ringraziamento, “Si tratta di un gesto particolarmente importante, perché consentirà alla popolazione dell’area di usufruire di cure mediche specializzate e gratuite ll’interno dell’ospedale che in questi anni è stato dotato di un reparto di medicina interna, un reparto di pediatria e una unità di ostetricia e ginecologia?.
Emergency, la nota organizzazione non governativa che si occupa della cura delle persone in vari paesi del mondo, specialmente quelli interessati da eventi bellici, avviò i lavori per la costruzione del Panshir Medical Centre il primo settembre del 1999, lavori poi terminati il 15 dicembre dello stesso anno, quando furono ricoverati i primi feriti.
L’ospedale dispone di 70 posti letto e si occupa di soccorrere i feriti di guerra e feriti da mina. Ad operare in questo centro è personale sanitario internazionale (10 persone), nazionale ( 51 persone ) e personale addetto ai servizi (65 persone). Oltre al centro chirurgico nella valle del Panshir, l’intervento in Afganistan di Emergency ha permesso la realizzazione di un centro chirurgico nella capitale Kabul, nel 2001
I due Centri hanno finora curato circa 20.000 pazienti. Ai due ospedali si affiancano 23 posti di primo soccorso e centri sanitari nelle aree più minate del paese e in quelle prive di assistenza medica di base, che hanno trattato oltre 150.000 persone.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 742 volte, 1 oggi)