Quartiglia (presidente del Giulianova): “Una bella partita, molto intensa. La Samb è una buona squadra ma anche noi abbiamo dimostrato di essere competitivi ed oggi abbiamo vinto la gara grazie ad un grande carattere, della squadra, del tecnico e ci metto pure il pubblico. A proposito di pubblico sono molto rammaricato per lo striscione esposto dai tifosi sambenedettesi (“Giulianova società vergogna?, ndr), credo che si tratti di una polemica ingiusta perché da parte nostra abbiamo fatto il possibile per favorire l’afflusso della tifoseria rossoblù, ma non possiamo andare contro direttive che ci sono state impartite la scorsa settimana dalla Questura di Teramo (il presidente ci ha mostrato la lettera ufficiale della Questura, ndr). La dotazione di biglietti disponibili per i sostenitori ospiti, pari esattamente a 1.053 unità, non è in alcun modo ampliabile. Ripeto: non è colpa nostra e ci tengo a sottolinearlo visto che la società rivierasca ci ha sempre trattato molto bene?.
Di Felice (attaccante del Giulianova): “Sono al primo gol in campionato, il secondo con la maglia giallorossa se teniamo conto anche di quello di Coppa Italia contro il Morro d’Oro. Oltre alla soddisfazione personale sono contento per aver permesso alla squadra di pareggiare una gara che poi siamo riusciti a ribaltare grazie ad una buona condizione fisica. Stiamo bene e lo abbiamo dimostrato, specie nella ripresa. L’arbitraggio? Mediocre, complice anche la partita che ad un certo punto si è molto incattivita?.
Palladini: “Fino a quando sono rimasto in campo ho visto due squadre che stavano pareggiando ed il risultato mi sembrava il più giusto.Poi da bordo campo ho vfisto un buon Giulianova che ha reagito bene allo svantaggio. La mia squadra si esprime meglio in casa perché è una formazione che attua un gioco corto e con un terreno di gioco così piccolo crea difficoltà a tutte le formazioni.?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 609 volte, 1 oggi)