SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Grottammare ricomincia da Russi, questa volta davanti ai propri sostenitori. La formazione di Izzotti, in turno positivo da undici turni, non ha intenzione di abbandonare tale cammino che l’ha condotta fino alla zona play off.
Un pareggio a reti inviolate giovedì con il Porto S. Elpidio, il Centobuchi torna di nuovo in campo contro il Falco Acqualagna. Una vittoria vorrebbe dire zona promozione, visto che due sole lunghezze lo separa dalla quinta ossia la Jesina.
Batte l’Amandola nel recupero di mercoledì per 2-0 e sabato è pronta a sfidare l’Azzurra Colli. La Cuprense inizia a pensare in grande. Dopo un dicembre avido di punti, in cui le concorrenti si sono avvicinate terribilmente, i ragazzi di Clerici hanno l’obbligo di pensare solo al successo per tenere lontane le inseguitrici.
Risale la classifica il Porto d’Ascoli dopo aver strappato tre punti preziosi nel derby con l’Acquaviva (2-0). Sabato al “Ciarrocchi? scatta l’ora della rivincita per i ragazzi di Grilli contro l’Atletico Piceno. Il 4-0 patito all’andata giurano che rimarrà solo un ricordo. Vincere per tornare in corsa.
L’Acquaviva ha una trasferta pericolosa. La Sangiorgese è l’avversario di turno. Un big match di tutto rispetto che consente ai ragazzi di mister Travaglini di riprendersi una rivalsa magari con un blasone come la formazione di Di Clemente.
Sei turni positivi per la Ripa. In casa del Petrtioli c’è la possibilità di aumentare la scia dei successi. La squadra di Mascitti ci ha preso gusto. Ora la classifica comincia a ridare la giusta configurazione agli amaranto dopo la brutta parentesi del girone d’andata.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 222 volte, 1 oggi)