SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Esordio nel nuovo anno per i campionati professionistici nostrani. In terza serie numeri tutto sommato confortanti, facciamo riferimento soprattutto al girone B, per quest’ultima giornata del girone di andata che coincide con l’Epifania.
La fa da padrona – non potrebbe essere altrimenti – la divisione est che ottiene una media partita importante (pari a 6.363 unità nei nove incontri in programma) grazie al significativo dato del San Paolo, vale a dire ben 35.712 spettatori, numero che colloca l’impianto partenopeo sul terzo gradino degli stadi italiani (compresi anche quelli di A e B) più popolati della giornata, dietro solo al San Siro (70.716) e all’Olimpico di Roma (64.734).
Nel girone B affollato il Partenio con 6.393 unità, poi seguono il Riviera delle Palme (3.956), il Giglio di Reggio Emilia (3.820), il Santa Colomba di Benevento (2.602), il Comunale di Teramo (2.046), l’Angelini di Chieti (1.354), il Benelli di Pesaro (1.001) ed il Tombolato di Cittadella (391).
Nell’altra divisione registriamo ben altri numeri, con l’impianto più gremito che risulta essere lo Zini di Cremona (3.105), mentre a seguire annoveriamo i 2.500, ancorché ufficiosi, dell’Acquedotto di Sassari, i 2.200, anche questi ufficiosi, del Piola di Novara, i 2.021 del Fortunati di Novara, i 1.963 del Matusa di Frosinone, i 1.609 del Pora Elisa di Lucca, i 1.230 del Degli Ulivi di Andria, i 971 del Tupparello di Acireale ed i 628 del Lungobisenzio di Prato. Un totale di 16.227 spettatori per una media pari a 1.803 unità a partita.
Infine segnaliamo che anche negli stadi di terza serie – come in quelli di categorie superiori, dove la giornata ha visto il verificarsi di spiacevoli episodi a Roma, Reggio Calabria, Livorno e Parma – sono avvenuti incidenti, nella fattispecie a Napoli (tafferugli tra il settore distinti e la curva A; quattordici feriti ed un fermo operato dalle forze dell’ordine) ed a Chieti (sassaiola tra i padroni di casa ed i circa 500 sostenitori del Rimini, per fortuna senza gravi conseguenze).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 185 volte, 1 oggi)