RIVIERA DELLE PALME, 29 gennaio 1989. In quella data si giocò l’ultima partita tra Samb e Padova. Queste le formazioni scese in campo:
SAMBENEDETTESE: Bonaiuti, Nobile, Torri, Mangoni, Andreolli, Marcato, Bronzini, Ficcadenti, Sopranzi, Mariani (72′ Cardelli), Valoti. A disposizione: Sansonetti, Fiscaletti, Vecchiola, Cardarelli, Paradiso. All.: Riccomini
PADOVA: Benevelli, Cavasin, Ottoni, Donati, Da Re, Ruffini (56′ Piacentini), Camolese, Longhi, Fermanelli, Angelini, Simonini (46′ Ciocci). A disposizione: Dal Bianco, Penzo, Piacentini, Bellemo, Ciocci. All.: Buffoni
Marcatori: 30′ Valoti (S), 67′ Angelini (P).
Arbitro: Boggi di Salerno.
Spettatori: 1647 abbonati per un incasso di 18.645.000 lire; paganti 2647 per un incasso di 30 milioni di lire.
Quella partita fu la ventesima gara di campionato. Primo in classifica era il Genoa con 31 punti, seguito dal Bari con 27. Il Padova era nono a venti punti, mentre la Samb era ultima in classifica a 13 punti (sarebbe retrocessa a fine campionato). A fine gara l’allenatore del Padova disse: “Il pareggio ci sta stretto”. Da parte sua Aladino Valoti, autore del gol, dichiarò: “Mi sembra una maledizione! E’ la seconda volta che segno e per la seconda volta non riusciamo a mantenere il vantaggio”.
Una curiosità può essere data dalla classifica cannonieri dell’epoca: primo De Vitis con 11 gol, quindi Schillaci e Baiano (9), Simonini e Bivi (8), Nappi (7), e quindi l’attuale direttore sportivo della Samb Francesco La Rosa (7). (informazioni tratte dal l’Espresso Rossoblù).
Per risalire invece alla prima sfida tra Samb e Padova, bisogna risalire al campionato di Serie B 1962-63. Di seguito le formazioni di quell’incontro:
SAMBENEDETTESE: Bandini, Capucci, Ruffinoni, Nicchi, Napoleoni, Buratti, Beni, Pagani, Sestili, Macor, Mari. Allenatore: Diotallevi.
PADOVA: Bini, Cervato II°, Scagnellato, Mazzanti, Barbolini, Rogora, Fusato, Frezza, Koelbl, Arienti, Zerlin II°. All. Matè.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 328 volte, 1 oggi)