PADOVA – Riscattare il pessimo ruolino di marcia delle ultime quattro partite (appena 3 punti incamerati): eccolo il “diktat? dell’entourage patavino alla vigilia della sfida del Riviera delle Palme contro la Sambenedettese.
Il Padova è partito stamattina alla volta di Giulianova, sede del ritiro biancorosso in attesa delle due infuocate trasferte a San Benedetto e a Rimini. Due gare che decideranno in gran parte le sorti del campionato biancorosso ed anche le mosse che i dirigenti veneti stanno preparando in sede di calciomercato. E’ lo stesso presidente biancoscudato Marcello Cestaro ad ammetterlo candidamente: “Aspettiamo lunedì prossimo, dopo le due partite: avrò un incontro con Favero (diesse veneto, ndr) e Ulivieri per fare il punto della situazione, alla luce dei risultati raccolti. L’esito delle sfide a San Benedetto del Tronto e Rimini avrà naturalmente il suo peso nelle decisioni da prendere?.
Per intanto nella giornata odierna mister Ulivieri scioglierà gli ultimi dubbi concernenti la formazione che “incrocerà i tacchetti? con l’undici marchigiano, dubbi legati principalmente agli uomini da schierare sugli out di centrocampo, anche se alla fine l’allenatore toscano dovrebbe dare fiducia alla medesima squadra che ha steccato l’ultima esibizione del 2004, perdendo la contesa contro il Teramo. Solito schema dunque con 4 difensori davanti al portiere Colombo (Antonioli, Tarozzi, Antonaccio, Florindo), 3 centrocampisti (Romondini, Bedin, Manetti), due mezze punte (Cecchini e Zecchin) ed il terminale offensivo più avanzato, nonché bomber della squadra, Matteini.
L’infermeria veneta, svuotata in gran parte, attualmente prevede “soltanto? Lagrotteria, Mariniello, Maniero, Maurizio Rossi ed Alban, ancora convalescenti. E’ partito per l’Abruzzo invece, Statuto, recuperato in extremis. Situazione difficile, certo, ma il presidente biancoscudato pur non nascondendo che il Padova con tutti gli effettivi è ben altra cosa, vuole assolutamente vedere un’inversione di marcia e non intende accampare la scusante delle numerose defezioni: “Il Padova è atteso da avversari ostici, che hanno bisogno di punti per incrementare la loro classifica, e manca di giocatori importanti. A parte il ko con il Teramo, si è visto chiaramente che quando è al completo la squadra risale la graduatoria. Io dico – continua Cestaro – andiamo a San Benedetto del Tronto per conquistare il successo, e se riusciamo nell’intento, spinti dal morale, poi pareggiamo a Rimini. Con quattro punti in due gare, sarei veramente contento?.
Parole che dunque si discostano da quelle pronunciate ieri da mister Ulivieri che al contrario non aveva fatto mistero di accontentarsi di due punti nelle altrettante trasferte che i suoi si apprestano a disputare.
Infine una curiosità. L’ultimo precedente nelle Marche tra rossoblù e biancorossi risale al campionato cadetto edizione ’88-’89, terminato 1-1 (reti di Valoti ed Angelini), ma la penultima sfida al Riviera è quella della stagione ’84-’85, quando il match in programma proprio il giorno dell’Epifania, si disputò il lunedì successivo (la gara finì 0-0) a causa di una forte nevicata che si abbatté sul centro marchigiano.

Il probabile Padova anti-Samb:
(4-3-2-1) Colombo, Antonioli, Tarozzi, Antonaccio, Florindo, Romondini, Bedin, Manetti, Cecchini, Zecchin, Matteini. A disposizione: Enrico Rossi, Rossettini, Porro, Statuto, Carraro, Palumbo, Greco. Allenatore Renzo Ulivieri.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 196 volte, 1 oggi)