SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I medici del 118 del “Madonna del soccorso?, dal primo gennaio 2005, sono in sciopero per protestare contro il mancato aggiornamento del contratto, promessogli entro il secondo semestre del 2004.
La protesta in atto consiste nel non aiutare il pronto soccorso nella gestione dei casi meno gravi: i codici bianchi. Tutto ciò a scapito della rapidità e funzionalità del pronto soccorso, dove gli stessi codici bianchi, preceduti per ordine da quelli rossi, gialli e verdi, devono essere gestiti autonomamente.
Gli otto medici del 118, che svolgevano quotidianamente, uno per turno (8-14; 14-20; 20-8), anche questo compito di supporto, pretendono che la promessa di Belligoni venga mantenuta e il contratto sia presto rinnovato. Al “Mazzoni? di Ascoli Piceno, ad esempio, i medici del 118 non hanno alcun compito complementare.
Il direttore della zona 12 dell’Asur dott. Belligoni, replica: “Non tollero l’uso della stampa per pubblicizzare vicende sindacali interne. In ogni caso, non c’è nessun disservizio e i casi continuano ad essere gestiti in modo autonomo dal pronto soccorso?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.125 volte, 1 oggi)