SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Al ristorante “Il cavallino? d’Acquaviva, grande festa del comitato di quartiere Paese alto e i partecipanti di “Natale al borgo?. Poco meno di duecento i partecipanti al conviviale, tra questi alcuni esponenti politici: Benito Rossi (An), Giovanni Gaspari (Ds) e l’assessore Marco Lorenzetti (UDC). A quest’ultimo è stata strappata una mezza promessa: finanziare “aspettando Natale al Borgo?, una manifestazione folcloristica da svolgersi in piena stagione estiva. E’ Bruno Gabrielli, assessore alla cultura, l’unico politico non desiderato.
Patrizia Logiacco, presidente del comitato di quartiere Paese alto, dopo aver ringraziato calorosamente tutti coloro che si sono prodigati per rendere possibile la manifestazione, ha ricordato che pochi giorni prima dell’inizio dell’evento la situazione non era delle migliori: “Abbiamo anche pensato di auto-finanziarci o annullare tutto, poi alcuni sponsor hanno raccolto il nostro appello e siamo riusciti a coprire i costi sostenuti. I cittadini di San Benedetto si sono dimostrati affezionati alla nostra manifestazione e in molti si sono dimostrati generosi: con denaro o fornendo materiale utile. Per quanto riguarda l’amministrazione, se veramente sono stati stanziati tremila euro per “Natale al borgo?, cosa di cui non siamo ancora a conoscenza, chiediamo siano donati, insieme ai cinquecento euro promessi dalla Provincia, ai paesi vittime del maremoto?.
Le spese, coperte dagli sponsor, ammontano a circa seimila euro, alla luce delle ristrettezze economiche pronosticate, contro i 7.280 euro dello scorso anno. E’ necessario però precisare che si tratta di una spesa relativa a costi di materie prime non gestibili dai volontari. Attori, servizio d’ordine, comitato dei festeggiamenti e tutti coloro che hanno partecipato alla manifestazione, hanno lavorato gratuitamente. In caso contrario, il costo della manifestazione sarebbe stato enormemente più alto.
Quanto raccolto dalle offerte ricevute all’ingresso del percorso andrà in beneficenza. “Ben 2.920 euro – afferma il tesoriere Mariano Straccia – si sono raccolti quest’anno, contro i 1.731 euro del 2003?.
La manifestazione, aiutata anche da due splendide giornate, ha avuto un’attenzione incredibile: molti visitatori provenienti da paesi limitrofi, moltissimi i giovani, dimostrando un interesse verso la tradizione inaspettato. “Le scene si sono ripetute circa cinquanta volte al giorno – commenta Logiacco – tantissimi gli spettatori accolti, senza mai flessioni, tant’è che gli attori non si sono mai potuti riposare. Il secondo giorno abbiamo addirittura dovuto incrementare il servizio d’ordine?.
VIDEO. Alcuni video di Natale al borgo sono scaricabili in questo articolo. In questi giorni metteremo on line il resto dei video allegati all’articolo “I video delle scenette di Natale al borgo

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 847 volte, 1 oggi)