Buone notizie dalla zona del disastro in Asia: sono vivi tre dei 13 italiani considerati morti. Lo ha detto il ministro delle Riforme Roberto Calderoli, senza aggiungere ulteriori dettagli sulle identità dei tre sopravvissuti e sulla località in cui si trovano al momento. Martedì la Farnesina aveva confermato il bilancio delle vittime italiane dello tsunami in 13 morti e oltre un centinaio di dispersi.
Sulla questione dei dispersi, invece, non c’è purtroppo alcuna novità.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.