ANCONA – La Protezione Civile Regionale ha inviato una struttura specialistica di emergenza sanitaria nelle aree asiatiche colpite dal sisma e dal successivo maremoto.
“Abbiamo prontamente risposto alle richieste del Dipartimento Nazionale con l’invio di una unità sanitaria specializzata: la speranza è di offrire un piccolo ma qualificato sostegno di solidarietà alle popolazioni asiatiche così duramente colpite da questo tragico evento?, ha spiegato il Vicepresidente e Assessore alla protezione civile Gian Mario Spacca che da ieri sera segue l’evolversi delle vicende legate all’organizzazione della missione.
“Intorno alle 21.00 di ieri – ha proseguito Spacca – il Dipartimento Nazionale ha allertato la Regione Marche per la messa a disposizione di una struttura sanitaria di emergenza. L’unità di intervento organizzata dalla Regione è composta da attrezzature e personale qualificato in medicina delle catastrofi”. Il gruppo è composto da 8 persone: 3 medici, 3 infermieri e 2 funzionari logistici del Servizio Regionale di Protezione Civile.
Le strutture sono composte principalmente da tende-ospedale con strumentazione completa per il primo soccorso, rifornite di farmaci, acqua e viveri.
“Il gruppo – ha detto Spacca – è partito alle 3 di questa notte con un’autocolonna per l’aeroporto di Pratica di Mare, da dove stamattina è volato alla volta della Thailandia nella località di Phuket. L’arrivo è previsto in serata. Manterremo i contatti con la struttura ed il Dipartimento Nazionale per seguire l’andamento delle operazioni di soccorso e valutare eventuali altre necessità di intervento da parte della Regione.?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 662 volte, 1 oggi)