SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Samb cerca un attaccante, un difensore ed eventualmente un centrocampista che possa sostituire degnamente Cigarini (Ballardini non vuole impiegare il duo De Rosa-Amodio a centrocampo ritenendoli due doppioni).
Per quanto riguarda la prima ipotesi, che è quella che più affascina i tifosi sia perché il centravanti è il ruolo dal quale ci sono sempre più aspettative sia perché la Samb ha difficoltà nel segnare, nelle ultime ore è spuntato il nome di Gabriele Scandurra.
L’ex bomber rossoblù (dieci gol di cui uno solo su rigore in sedici gare lo scorso campionato), poi dirottato a Perugia per i capricci di Alex Gaucci, quest’anno è tornato al Perugia di Colantuono dove però, stretto dai vari Ravanelli, Do Prado e Ferreira Pinto, ha disputato solo tre spezzoni di gara finendo addirittura fuori rosa (assieme al portiere Kalac) per aver disertato la festa di prenatalizia con i tifosi.
I destini di Scandurra e della Samb potrebbero incontrarsi di nuovo, tanto che il consulente di mercato D’Ippolito pare orientato ad acquistare proprio un attaccante proveniente dalla Serie B. Scandurra è relativamente giovane (1978), sarebbe una scossa per l’ambiente rossoblù e conosce già bene San Benedetto: potrebbe rappresentare anche un investimento, se dovesse ripetere la stagione scorsa, a meno che il suo ingaggio non sia troppo alto rispetto alla giusta filosofia adottata quest’anno dalla società rivierasca. Sono da escludere, infatti, spese “folli? in questo calciomercato rossoblù, e se non dovesse arrivare Scandurra la scelta della società si sposterebbe su qualche giovane della Serie cadetta desideroso di sfondare o su un attaccante straniero. Difficilmente inoltre, proprio per motivi di ingaggio, potrebbe esserci il ritorno di Zerbini.
Ad ogni modo la Samb pare intenzionata ad effettuare il primo acquisto già entro il 3 gennaio, data che permetterebbe, in via del tutto eccezionale, di schierare il nuovo arrivato già nella gara di giovedì 6 gennaio (qualcuno ci ha visto un aiuto al Napoli, che proprio il 2 gennaio ufficializzerà almeno mezza dozzina di nuovi nomi…).
Buone notizie arrivano da Spadavecchia: il portiere non dovrà operarsi alla mano e potrà riprendere ad allenarsi già a fine gennaio. La società comunque non dovrebbe cercare un sostituto, potendo contare su Di Dio e Brites.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 562 volte, 1 oggi)