SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Alle 12 di ieri mattina il motopesca ‘Mariano padre’ di base a S.Benedetto, ha avvisato la Capitaneria di Porto locale di aver rinvenuto un cadavere sulla superficie del mare ad una distanza di 10 miglia dalla costa, tra i comuni di Pedaso e Cupra Marittima.
Il cadavere si trovava in avanzato stato di decomposizione. Sul posto è prontamente intervenuta una motovedetta della Capitaneria. Il recupero della salma ha presentato molte difficoltà a causa delle condizioni del mare e ha richiesto l’intervento di un mezzo navale del 1° nucleo sommozzatori della guardia costiera di S.Benedetto.
Il cadavere, al momento non ancora identificato, è stato trasportato presso l’obitorio dell’ospefale civile, a disposizione dell’Autorità giudiziaria di Fermo.
Per l’identificazione del cadavere sono state avvisate le Capitaneria di Porto dell’Adriatico centro-settentrionale, al fine di riscontrare eventuali scomparse in mare avvenute nei giorni scorsi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 680 volte, 1 oggi)