SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La legislazione regionale promuove interventi e azioni volte a favore della famiglia, affermandone il ruolo fondamentale per lo sviluppo della persona e della vita sociale, in tal senso prevede annualmente finanziamenti ai comuni per interventi di sostegno. Nel 2004 questi fondi sono stati ridotti del 30 per cento, pertanto il comune di San Benedetto ha deciso di stanziare 37.000 euro, invece dei circa 5.000 previsti dalla legge. Sommati ai 36.459,63 provenienti dalla Regione, in favore della famiglia sono previsti per il 2005 precisamente 72.459,63 euro.
“Si tratta – dichiara il vicesindaco Pasqualino Piunti, in qualità d’assessore ai servizi sociali – di fondi dedicati al sostegno delle famiglie che non hanno usufruito d’alcun servizio o prestazione socio-assistenziale, che hanno un reddito inferiore a certi limiti e che s’adoperano per far fronte a problemi quotidiani. Come amministratori sappiamo che i problemi più sentiti sono l’assenza di lavoro e della casa?.
I fondi sono quindi destinati, nell’ordine avente criterio di priorità nell’erogazione di contributi, a: assistenza integrativa nell’ambito familiare a propri componenti non autosufficienti, con problemi di salute mentale o affetti da malattie oncologiche che non usufruiscono d’indennità d’accompagnamento; sostegno alle spese di locazione sostenute da famiglie di nuova costituzione; superamento di situazioni di disagio sociale o economico per famiglie con minori ed un solo genitore; superamento di situazioni di disagio sociale o economico; maternità per donne di nazionalità extracomunitaria che non lavorano, con permesso di soggiorno, che abbiano avuto figli nel 2004. Il bando, ricorda la direttrice del settore servizi sociali Paola Scatasta, scade il 31 dicembre per cui mancano pochissimi giorni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 533 volte, 1 oggi)