MACERATA – Fuorizona artecontemporanea ha il piacere di presentare la prima personale in Italia di Katrin Plavcak (1970, Gutersloh, Germania) giovane e poliedrica artista di Berlino, oltre che pittrice, autrice di video e musicista, con all’attivo numerose mostre in gallerie, istituzioni ed importanti musei pubblici e privati in Germania, Austria e Svizzera tra i quali la Kunsthalle di Basilea, la Secession e la Kunsthalle di Vienna.
Un muro nero, un limite visivo, sopra e intorno al quale figurano le opere che l’artista tedesca ha realizzato appositamente per questo appuntamento. Un ambiente concepito in maniera unitaria, nonostante risalti la notevole differenza fra i dipinti esposti, dalla definizione formale al soggetto. Un’unità per contrasto che l’artista utilizza nella creazione delle proprie opere. Immagini colte dalla realtà quotidiana, e provenienti dai contesti più vari, vengono estrapolate e accostate secondo un nuovo ordine suscitando una reazione di stupore. Qualcosa di inquietante che proviene da quel modo provvisorio di definire la superficie, dal lasciare spazio all’immaginazione. Nessun intento narrativo o rappresentativo, bensì l’unica volontà di creare uno spazio dipinto che consenta di rivalutare ciò che percepiamo. Le interferenze presenti sulla superficie da un lato impediscono la visione dall’altro la sollecitano e l’osservatore, come fosse affetto da un disturbo visivo, viene a rapportarsi con il soggetto del dipinto. Concentrando l’attenzione sulle modalità percettive, dunque, l’autrice sottolinea come sia il modo di vedere a determinare la realtà.
Le opere dell’artista tedesca saranno esposte fino al 12 febbraio presso “fuorizona artecontemporanea”, via Padre Matteo Ricci, 74 / 76 Macerata. Info tel/fax: 0733.230818-333 9535026, e.mail: fuorizona_ac@yahoo.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 343 volte, 1 oggi)