SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Giovedì 16 dicembre, si è tenuto un incontro tra la prefettura e i comuni interessati, riguardante il trasferimento di tutto il traffico pesante sulla A14, oggi deviato soltanto per centocinque giorni all’anno durante l’estate, periodo più critico per l’inquinamento. I rappresentanti dei comuni, tra cui l’assessore Latini per San Benedetto, l’assessore Capriotti di Grottammare, la polizia municipale di Fermo ed il sindaco di Pedaso, hanno espresso tutti parere favorevole. Presto, hanno annunciato il prefetto di Ascoli Destro e il viceprefetto Marchetti, ci sarà il coordinamento tra le prefetture coinvolte.
Il problema reale, secondo l’assessore Latini, è che in questa zona mancano assi di collegamento. Sarebbe necessario trasferire su ferro parte del traffico su gomma, in quest’ottica rientrerebbe il progetto di rendere nodo di scambio tra ferrovia e autostrada il centro agroalimentare della nostra città; importantissimo quindi procedere presto all’elettrificazione del tratto ferroviario Ascoli–San Benedetto. “Sono necessarie scelte sulla viabilità rapide – dichiara Latini – per questo chiediamo ai comuni limitrofi di sponsorizzare la nostra bretelle, perché si faccia presto. Anche il terzo braccio del porto, senza una programmazione nel lungo periodo e importanti assi di collegamento sulla costa, potrebbe essere mal sfruttato. Tutto questo in un progetto di decongestione del traffico pesante, per il quale inizieremo presto a contattare le associazioni coinvolte?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 718 volte, 1 oggi)