SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il consigliere comunale Ds, Gabriele Franceschini, presenta una mozione in favore del bonus natale, cancellato dalla finanziaria 2005. Franceschini propone che sia l’amministrazione comunale a salvaguardare il bonus per il secondo figlio di mille euro, erogandolo quale beneficio. In primo luogo alle famiglie incapienti, cioè quelle con un reddito non tassabile.
Il beneficio, secondo quanto promesso dal governo Berlusconi, nel 2005 sarebbe raddoppiato e sarebbe stato concesso oltre che al secondo figlio, anche al primogenito. Inoltre, era stato promesso l’aumento degli assegni familiari, mai concesso. Cancellando i mille euro che le famiglie, senza discriminazione di reddito, ricevevano alla nascita del secondo figlio si danneggiano in primis le famiglie incapienti. Di ottocento euro invece il danno subito (1000 meno 200 della riforma fiscale) dalle altre famiglie che pagano l’IRE. Considerando che la nascita di un figlio incide di circa il trenta per cento e che 168 famiglie sambenedettesi (su 371 nascite, poichè il bonus è valido per le famiglie italiane e comunitare) nel 2004 hanno usufruito dei mille euro, in molti hanno subito una perdita economica importante.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 651 volte, 1 oggi)